Home Neurologia I cannabinoidi possono aiutare ad alleviare i sintomi di spasticità nelle malattie...

I cannabinoidi possono aiutare ad alleviare i sintomi di spasticità nelle malattie dei motoneuroni

178
0

I composti chimici derivati ​​dalla pianta di cannabis sativa somministrati come trattamento aggiuntivo possono aiutare ad alleviare i sintomi di spasticità, una delle principali cause di disabilità e ridotta qualità di vita nelle persone con malattia dei motoneuroni. Queste sono le conclusioni di uno studio condotto da un gruppo di ricercatori italiani, pubblicato sulla rivista The Lancet Neurology.

I risultati mostrano per la prima volta come gli adulti con malattia dei motoneuroni che assumono farmaci anti-spasticità di prima linea, trattati con spray orale (nabiximols) contenenti parti uguali delta-9 tetraidrocannabinolo THC e cannabidiolo (THC-CBD) hanno avuto meno spasticità e dolore al follow-up di 6 settimane, rispetto a quelli trattati con placebo.

adv

Come alleviare la spasticità

Mentre ci sono diversi farmaci per alleviare la spasticità, le prove della loro efficacia sono scarse. Inoltre, sembrano non migliorare sufficientemente i sintomi in tutti i pazienti e possono avere effetti collaterali indesiderati, come l’aumento della debolezza muscolare e dell’affaticamento.

“Non esiste una cura per la malattia dei motoneuroni, quindi un miglioramento del controllo dei sintomi e della qualità della vita sono importanti per i pazienti”, afferma il Dr Nilo Riva dell’Istituto Scientifico San Raffaele di Milano, Italia, che ha guidato la ricerca. “Il nostro studio proof-of-concept ha mostrato un effetto benefico dello spray THC-CBD nelle persone con spasticità e dolore resistenti al trattamento. Nonostante questi risultati incoraggianti, dobbiamo prima confermare che lo spray THC-CBD è efficace e sicuro negli studi di fase 3 di più lungo termine.”

La spasticità è un sintomo comune nella malattia dei motoneuroni, una malattia neurodegenerativa progressiva e fatale che colpisce le cellule nervose deputate al controllo del movimento muscolare. Si manifesta in misura variabile nelle persone con sclerosi laterale amiotrofica (SLA), la forma più comune e grave di malattia dei motoneuroni, ed è una caratteristica che definisce la sclerosi laterale primaria (PLS), che è più rara e progredisce più lentamente.

I cannabinoidi per il rilassamento muscolare

Ricerche precedenti hanno trovato possibili benefici terapeutici dei cannabinoidi (componenti della pianta di cannabis) incluso il rilassamento muscolare, la stimolazione dell’appetito e gli effetti antidolorifici, anticonvulsivanti e antinfiammatori, nei pazienti con altre condizioni neurologiche. I cannabinoidi sono stati autorizzati in diversi paesi per il trattamento sintomatico della spasticità nella sclerosi multipla e sono sempre più riconosciuti come una valida opzione per la gestione del dolore.

Lo studio

Per indagare se i cannabinoidi potrebbero anche ridurre la spasticità nella malattia dei motoneuroni, i ricercatori italiani hanno reclutato 60 adulti, di età compresa tra 18 e 80 anni, con SLA o PLS, da quattro centri di malattie del sistema motorio in Italia. Per partecipare allo studio, i pazienti dovevano aver avuto sintomi di spasticità per almeno 3 mesi e assumere una dose stabile di qualsiasi farmaco anti-spasticità per 30 giorni prima dell’arruolamento e per tutto lo studio.

I partecipanti sono stati randomizzati a ricevere spray per la bocca di THC-CBD (29 partecipanti) o placebo (30 pazienti) per 6 settimane. Il numero di spray è stato gradualmente aumentato per le prime 2 settimane di trattamento fino al raggiungimento della dose ottimale e quindi la dose è stata mantenuta per 4 settimane.

Il cambiamento nella spasticità è stato valutato da un medico che ha determinato la spasticità delle articolazioni di ciascun partecipante sulla scala modificata di Ashworth (MAS), uno strumento obiettivo per valutare l’intensità del tono muscolare. Ai partecipanti è stato anche chiesto di tenere un diario giornaliero dei sintomi su livelli di spasticità, dolore, frequenza dello spasmo e interruzione del sonno.

I risultati

Alla fine del trattamento (6 settimane), la spasticità è risultata significativamente migliorata nel gruppo spray THC-CBD rispetto al gruppo placebo (i punteggi medi MAS sono migliorati in media di 0,11 rispetto a quelli medi di 0,16). Inoltre, il numero di partecipanti trattati con spray THC-CBD che riportava un miglioramento era significativamente più alto rispetto ai partecipanti trattati con placebo (55% versus 13%). Infine, i punteggi del dolore sono stati significativamente migliorati nel gruppo spray THC-CBD rispetto al placebo su una scala 0-10 (-0,97 vs -0,06).

Complessivamente, lo spray THC-CBD è stato ben tollerato e gli eventi avversi sono stati da lievi a moderati e tipici dei cannabinoidi: astenia (perdita di energia e fatica), sonnolenza (sonnolenza), vertigini e nausea. Ventuno partecipanti al gruppo spray THC-CBD (72%) e quattro nel gruppo placebo (13%) hanno riportato almeno un evento avverso potenzialmente correlato al trattamento. Non ci sono stati eventi avversi gravi e nessun partecipante ha sospeso definitivamente il trattamento. Tuttavia, tre pazienti hanno sospeso temporaneamente il trattamento nel gruppo spray THC-CBD, due a causa di eventi avversi (uno aveva nausea e ansia e l’altro influenza) e uno a causa della progressione della malattia.

 

 

Articolo precedenteI cambiamenti climatici monitorati dal satellite: informazioni utili per i programmi delle Nazioni Unite
Articolo successivoIl rallentamento paradosso dei ghiacciai: più lenti perché più sottili
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

4 × cinque =