Home Aeronautica Muoversi in città con un aereo a guida autonoma. Completati con successo...

Muoversi in città con un aereo a guida autonoma. Completati con successo i test di Boeing

412
0

Nei giorni scorsi Boeing ha completato con successo il primo volo di prova del suo prototipo di veicolo aereo passeggeri autonomo (PAV) a Manassas, in Virginia. Boeing NeXt, che guida gli sforzi di mobilità aerea urbana della società, ha utilizzato la controllata di Boeing Aurora Flight Sciences per progettare e sviluppare l’aereo elettrico di decollo e atterraggio verticale (eVTOL) e continuerà i test per promuovere la sicurezza e l’affidabilità del trasporto aereo autonomo.

Funzioni autonome del veicolo e i sistemi di controllo a terra

Il prototipo PAV ha completato un decollo, un volo e un atterraggio controllati durante il test che ha valutato le funzioni autonome del veicolo e i sistemi di controllo a terra. I voli futuri sarà messo alla prova la fase di transizione tra le modalità di volo verticale e orizzontale. Questa fase è in genere la sfida ingegneristica più significativa per qualsiasi velivolo VTOL ad alta velocità.

adv

“In un anno, siamo passati da un progetto concettuale a un prototipo volante”, ha dichiarato il direttore tecnico di Boeing, Greg Hyslop. “L’esperienza e l’innovazione di Boeing sono state fondamentali per lo sviluppo dell’aviazione come forma di trasporto più sicura ed efficiente al mondo, e continueremo a guidare con un approccio sicuro, innovativo e responsabile alle nuove soluzioni di mobilità”.

Le caratteristiche del prototipo

Alimentato da un sistema di propulsione elettrica, il prototipo PAV è progettato per il volo completamente autonomo dal decollo all’atterraggio, con un’autonomia fino a 80 km (80,47 km). Misura 30 piedi (9,14 metri) di lunghezza e 28 piedi (8,53 metri) di larghezza, la sua avanzata struttura integra i sistemi di propulsione e di ala per ottenere voli stazionari e in orizzontale efficienti.

“Ecco come appare la rivoluzione, ed è per via dell’autonomia”, ha dichiarato John Langford, presidente e amministratore delegato di Aurora Flight Sciences. “L’autonomia certificabile renderà possibile la mobilità aerea urbana silenziosa, pulita e sicura”.

Il volo di prova rappresenta l’ultimo traguardo per Boeing NeXt. La divisione collabora con le agenzie di regolamentazione e i partner industriali per guidare l’introduzione responsabile di un nuovo ecosistema di mobilità e garantire un futuro in cui coesistono autoveicoli autonomi e pilotati.

L’aereo cargo a guida autonoma

Oltre al PAV, il portafoglio di Boeing NeXt comprende un veicolo aereo cargo (CAV) senza equipaggio completamente elettrico progettato per trasportare fino a 500 libbre (226,80 chilogrammi) e altre piattaforme di mobilità urbane, regionali e globali. Il CAV ha completato il suo primo volo indoor l’anno scorso e passerà ai test di volo all’aperto nel 2019.

“Boeing era lì quando è nata l’industria aeronautica e nel nostro secondo secolo, sbloccheremo il potenziale del mercato della mobilità aerea urbana”, ha affermato Steve Nordlund, vicepresidente e direttore generale di Boeing NeXt. “Dalla costruzione di veicoli aerei all’integrazione dello spazio aereo, inaugureremo un futuro di mobilità sicura a basse emissioni nelle città e nelle regioni di tutto il mondo.”

 

Articolo precedenteIl campo magnetico terrestre stava per collassare 565 milioni di anni fa
Articolo successivoQuattro ruote motrici intelligenti per la nuova Toyota Prius
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui