Api e altri insetti impollinatori a rischio: un nuovo censimento britannico

Una valutazione dei cambiamenti nelle aree della Gran Bretagna occupate da api impollinatrici selvatiche e specie hoverfly tra il 1980 e il 2013 è stata recentemente pubblicata sulla rivista Nature Communications. Lo studio riporta che un terzo delle specie ha registrato un calo. Tuttavia, le principali specie di api responsabili dell’impollinazione delle colture sono aumentate.

L’importanza degli impollinatori, per la natura e per l’uomo

La riduzione del numero delle api e di altri insetti impollinatori è una preoccupazione che si sta diffondendo da ornai molti anni, in particolare per le gravi implicazioni sulla produzione agricola di cibo. Le minacce agli impollinatori comprendono la perdita di un habitat adeguato, l’uso di pesticidi e il cambiamento climatico. Tuttavia, mancano stime su larga scala sui cambiamenti nelle distribuzioni di questi insetti, così importanti per i cicli naturali dell’impollinazione.

Un bilancio a luci e ombre

Gary Powney e colleghi hanno combinato i dati riguardanti 353 specie di api selvatiche e hoverfly, con approcci di modellazione, per stimare la proporzione di una griglia di celle con estensione di un km2 occupate da questi impollinatori, tra il 1980 e il 2013.

Gli autori hanno riscontrato una perdita netta di 11 specie in media per cella nel periodo di tempo analizzato. Questa riduzione riguardava in particolare 4 specie di api selvatiche e 7 specie di hoverflies. Hanno inoltre identificato un calo del 55% delle specie che abitano nelle zone montane. D’altra parte, è stato osservato un aumento del 12% delle specie comuni di impollinatori di colture, come il Bombus terrestris.

Gli autori suggeriscono che le politiche ambientali sui terreni agricoli potrebbero essere di aiuto agli impollinatori di colture comuni, sebbene gli insetti impollinatori provenienti dall’agricoltura esterna restino sotto minaccia. Sostengono inoltre che sono necessari ulteriori sforzi per sviluppare nuovi approcci di gestione che ripristinino l’habitat e le risorse alimentari per gli insetti impollinatori.

 

Gary D. Powney, et al. Widespread losses of pollinating insects in Britain. NATURE COMMUNICATIONS, 2019, 10:1018.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − tredici =