Eseguita la prima ablazione broncoscopica a microonde per il cancro del polmone

Lo scorso 4 marzo è stata eseguita con successo la prima ablazione broncoscopica a microonde (Bronchoscopic Microwave Ablation – BMA), non invasiva, in sala operatoria ibrida, per il trattamento del cancro al polmone, presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Hong Kong.

Il team ha combinato le procedure toraciche e la broncoscopia a navigazione elettromagnetica per consentire un’erogazione di energia con precisione nella sede del cancro del polmone, distruggendo direttamente la lesione.

Questo nuovo approccio non invasivo al trattamento del cancro del polmone presenta una morbilità minima rispetto alla chirurgia classica. L’équipe toracica ha trattato con questa tecnica tre pazienti con carcinoma polmonare. Tutti hanno avuto successo e sono stati dimessi uno o due giorni dopo la procedura, senza complicazioni.

BMA – Una nuova opzione di trattamento per i pazienti con cancro del polmone

Il cancro al polmone rimane uno dei tumori più comuni e aggressivi anche ad Hong Kong. I migliori risultati si ottengono quando i pazienti vengono diagnosticati e trattati nella fase iniziale della malattia. Per questo, la diagnosi precoce è essenziale per la guarigione.

In passato, lo standard di trattamento era l’intervento chirurgico per i tumori polmonari in stadio iniziale e la chemioterapia con o senza radioterapia per la malattia in fase più avanzata.

Con il nuovo trattamento che utilizza BMA, in gruppi selezionati di pazienti, le cellule tumorali vengono efficacemente distrutte dall’energia a microonde emessa dal catetere di ablazione.

Attraverso l’uso della broncoscopia a navigazione elettromagnetica, i chirurghi possono portare la punta del catetere sul tessuto malato.

Il Dr. Rainbow Wing Hung LAU della Divisione di Chirurgia Cardiotoracica, Dipartimento di Chirurgia, Facoltà di Medicina, dell’Università di Hong Kong, ha spiegato, “L’energia a microonde emessa dalla punta del catetere eccita le molecole d’acqua all’interno della zona di trattamento del tessuto polmonare, elevando la temperatura circostante a sopra di 60°C. A temperature superiori a 60 ° C, tutte le cellule viventi, incluse le cellule cancerose, muoiono, e si distrugge così efficacemente il cancro.”

La procedura

L’intera procedura viene eseguita sotto una leggera anestesia generale nella sala operatoria ibrida, sotto la guida delle scansioni di tomografia computerizzata a fascio conico a 360°, in tempo reale, per garantire il corretto posizionamento del catetere a microonde.

L’effettiva ablazione del cancro del polmone richiede solo da 10 a 20 minuti per essere completata e il catetere BMA viene quindi rimosso. Il paziente viene svegliato e viene eseguita una radiografia del torace per garantire che non vi siano complicazioni.

La selezione dei pazienti

Questi i pazienti in cui la BMA è raccomandata:

  • Pazienti con carcinoma polmonare primario che non sono adatti alla chirurgia a causa di età avanzata, comorbidità maggiori o con funzionalità polmonare limitata; o quelli che rifiutano la chirurgia per motivi personali.
  • Pazienti con piccole opacità che possono essere tessuti precancerosi.
  • Pazienti con metastasi polmonari.
  • Pazienti con carcinoma polmonare con precedente radioterapia nella stessa regione polmonare.
  • Pazienti con tumori polmonari multipli o bilaterali che richiedono controllo locale.

Come in tutte le procedure mediche, è importante selezionare i pazienti appropriati. I migliori risultati si ottengono quando il cancro è inferiore a 3 cm. Questo perché la zona di trattamento massima del catetere a microonde è di 4,2 cm. I migliori risultati si ottengono inoltre quando il cancro del polmone si trova nei due terzi esterni del polmone ed è lontano dai vasi sanguigni polmonari.

Un intervento senza sanguinamenti

La BMA è non invasiva e senza perdita di sangue, quindi la degenza ospedaliera è significativamente ridotta

La chirurgia è associata a traumi di accesso, perdita di sangue, dolore e cicatrici. Possono verificarsi complicazioni che allungano la degenza ospedaliera e comportano un periodo di recupero prolungato, o addirittura una disabilità permanente. Con i più moderni e avanzati approcci chirurgici minimamente invasivi, la morbilità e le complicanze chirurgiche sono minori, ma inevitabili.

Dr. Calvin Sze Hang NG, Professore associato, Divisione di Chirurgia cardiotoracica, Dipartimento di Chirurgia, Facoltà di Medicina, dell’Università di Hong Kong ha spiegato: “L’approccio BMA rispetto alla chirurgia polmonare ha ridotto la perdita di sangue (senza perdite di sangue nella maggior parte dei casi), è indolore nella maggior parte dei pazienti, ha una degenza ospedaliera più breve, un effetto minimo sulla funzionalità polmonare ed è totalmente non invasivo senza ferite. Inoltre, la procedura potrebbe avere un minor rischio di complicazioni; per esempio, minor rischio di polmonite, infezione pleurica e un airleak prolungato.”

Ci sono altri vantaggi. L’ablazione broncoscopica può essere applicata ripetutamente al polmone o in aree precedentemente ablate. Sebbene nell’esperienza oltreoceano, versamento pleurico e pneumotorace possono verificarsi in un piccolo numero di pazienti, per la maggior parte non è richiesto alcun intervento.

L’aiuto della broncoscopia robotica

Il Dr. Ng ha dichiarato: “Lo sviluppo della broncoscopia robotica potrebbe consentire un più efficiente e accurato dispiegamento del catetere BMA per il cancro del polmone, riducendo potenzialmente i tempi di intervento e riducendo ulteriormente le complicanze”.

Il Dr. Ng ha aggiunto che nei pazienti con tumori polmonari più avanzati sottoposti a chemioterapia e radioterapia, potrebbe esserci un ruolo aggiuntivo nell’ablazione broncoscopica, per ottenere un buon controllo locale del cancro. Gli studi futuri dell’Università di Hong Kong determineranno i potenziali benefici della BMA in questi casi clinici.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × due =