La vaccinazione contro il rotavirus che protegge anche dal diabete tipo 1

La vaccinazione di routine contro il rotavirus, un agente infettivo che causa una gastroenterite particolarmente frequente tra i bambini fino ai 5 anni, può associarsi a un ridotto rischio di diabete di tipo 1. Ad osservare questo effetto protettivo è uno studio pubblicato nei giorni scorsi su Scientific Reports.

Il vaccino contro il rotavirus

Mary Rogers e colleghi hanno studiato una coorte di 1.474.535 bambini nati negli Stati Uniti dal 2001 al 2017, utilizzando dati anonimi di un assicuratore sanitario privato. Gli autori hanno scoperto che i bambini che avevano completato il ciclo del vaccino contro il rotavirus, ed avevano quindi ricevuto tutte le dosi necessarie, avevano un rischio ridotto di sviluppare un diabete di tipo 1 rispetto a quelli che non erano stati vaccinati.

Su un totale di 540.317 bambini nati dal 2006 al 2017 che sono erano vaccinati, 192 hanno sviluppato il diabete (12,2 casi ogni 100.000 bambini all’anno). Tra i 246.600 bambini nati durante lo stesso periodo di tempo, che al contrario non erano stati vaccinati, 166 hanno sviluppato il diabete (20,6 casi ogni 100.000 bambini all’anno). La vaccinazione parziale, vale a dire quando non veniva eseguita una o più delle singole dosi previste dal protocollo vaccinale, non era associata all’incidenza del diabete.

Vaccino pentavalente e vaccino monovalente

Tra il 2006 e il 2017 sono stati utilizzati due vaccini contro il rotavirus: un vaccino pentavalente che fornisce protezione contro cinque diversi tipi di rotavirus e un vaccino monovalente che fornisce protezione contro un tipo di rotavirus.

I bambini che avevano ricevuto entrambi i vaccini, avevano una percentuale di ospedalizzazione inferiore del 94% rispetto alle infezioni da rotavirus, rispetto ai bambini che non erano stati vaccinati. Tra i bambini vaccinati è stata inoltre registrata una riduzione del 31% delle ospedalizzazioni complessive nei 60 giorni successivi alla vaccinazione. Ciò suggerirebbe che i vaccini sono sicuri.

Il completamento delle tre dosi del vaccino pentavalente ha ridotto il rischio di diabete di tipo 1 del 37%.

Infezione da rotavirus e diabete

Precedenti studi sull’uomo e sugli animali avevano collegato l’infezione da rotavirus al diabete di tipo 1, la distruzione delle cellule beta e le infezioni del pancreas. Sebbene siano necessari ulteriori studi per esplorare l’associazione tra la vaccinazione contro il rotavirus e un rischio ridotto di diabete di tipo 1 in modo più dettagliato, gli autori suggeriscono che la vaccinazione contro il rotavirus potrebbe essere una misura pratica che potrebbe avere un ruolo nella prevenzione del diabete di tipo 1.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × uno =