Una serie speciale del Lancet sulle malattie del cavo orale

Secondo una serie speciale della rivista The Lancet dedicata alla salute orale, questa è stata isolata dalle tradizionali politiche sanitarie e sanitarie per troppo tempo, nonostante il peso sanitario delle patologie orali. Il fallimento della comunità sanitaria mondiale nel dare priorità alla salute orale ha portato gli autori di questa Lancet Series a chiedere una riforma radicale delle cure dentistiche, una regolamentazione più severa dell’industria dello zucchero e una maggiore trasparenza sui conflitti di interessi nella ricerca dentale.

Le malattie orali

Le malattie orali, tra cui la carie, la gengivite e il cancro orale, colpiscono quasi la metà della popolazione globale. La carie dentale non trattata è la condizione di salute più diffusa in tutto il mondo. Il cancro del cavo orale e delle labbra sono tra le 15 neoplasie più comuni al mondo. Oltre alla minore qualità della vita, le malattie orali hanno un impatto economico importante sia per gli individui che per il più ampio sistema di assistenza sanitaria.

L’accesso alle cure dentistiche

L’accesso alle cure dentistiche continua a presentare la barriera più costosa rispetto a qualsiasi altro servizio sanitario negli Stati Uniti. Le spese dentistiche più elevate a livello mondiale sono proprio in questo paese (129,1 miliardi di dollari).

La serie di Lancet sulla salute orale, guidata dai ricercatori dell’University College di Londra (UCL), ha riunito 13 esperti accademici e clinici di 10 paesi, compresi gli Stati Uniti, per capire meglio perché le malattie orali si sono protratte a livello globale negli ultimi trent’anni, nonostante i progressi scientifici nel campo, e perché la prevalenza sia aumentata nei paesi a basso e medio reddito, e tra le persone socialmente svantaggiate e vulnerabili.

Un punto di svolta per la salute orale globale

“L’odontoiatria è in uno stato di crisi”, ha affermato il professor Richard Watt, presidente e consulente onorario di Dental Public Health presso l’UCL e autore principale della serie. “Le attuali cure dentistiche e le risposte alla salute pubblica sono state in gran parte inadeguate, ingiuste e costose, lasciando miliardi di persone senza accesso a cure orali di base. Mentre questa interruzione nella fornitura di assistenza sanitaria orale non è colpa dei singoli dentisti impegnati a prendersi cura dei propri pazienti, è necessario un approccio fondamentalmente diverso per affrontare efficacemente l’onere globale delle malattie orali.”

Nei paesi ad alto reddito l’odontoiatria è sempre più focalizzata sulla tecnologia e intrappolata in un ciclo di prevenzione del trattamento, non affrontando le cause alla base delle malattie orali. Le condizioni di salute orale condividono molti degli stessi fattori di rischio alla base delle malattie non trasmissibili, come il consumo di zucchero, l’uso di tabacco e il consumo dannoso di alcol.

L’accesso a cure dentistiche a prezzi accessibili

Il professor Robert J. Weyant, DMD, Professore e presidente dell’Università di Pittsburgh, Dipartimento di salute pubblica dentale, ha dichiarato: “Gli Stati Uniti continuano a lottare cercando il modo migliore per garantire l’accesso a cure dentistiche a prezzi accessibili per molte persone. Ciò ha portato a sofferenze continue per molti pazienti con malattie orali e notevoli disparità nella salute orale per le popolazioni vulnerabili come famiglie povere, minoranze etniche e anziani.

L’Affordable Care Act ha contribuito a estendere l’accesso alle cure dentistiche a milioni di persone, ma molti non sono ancora in grado di ricevere le cure necessarie, evidenziando l’urgente necessità di miglioramenti nella politica di salute dentale.”

Nei paesi a medio reddito il peso delle malattie orali è considerevole, ma i sistemi di assistenza orale sono spesso sottosviluppati e inaccettabili per la maggioranza. Nei paesi a basso reddito, la situazione attuale è estremamente negativa, anche se le cure dentistiche di base non sono disponibili e la maggior parte delle malattie rimane non trattata.

La copertura per l’assistenza sanitaria orale nei paesi a basso reddito è notevolmente inferiore a quella nei paesi ad alto reddito, con stime medie che vanno dal 35% all’82%.

Le industrie dello zucchero, dell’alcool e del tabacco

Il peso delle malattie orali è in aumento, poiché più persone sono esposte ai principali fattori di rischio delle malattie orali. Il consumo di zucchero, la causa alla base della carie, sta aumentando rapidamente in molti paesi. Mentre il consumo di bevande zuccherate è più alto nei paesi ad alto reddito, la crescita delle vendite di bevande zuccherate in molti paesi a basso-medio reddito è notevole.

Entro il 2020, Coca-Cola intende spendere 12 miliardi di dollari USA per commercializzare i propri prodotti in tutta l’Africa, in contrasto con il budget annuale totale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità di 4,4 miliardi di dollari.

Interventi di prevenzione clinica

“L’uso di interventi di prevenzione clinica come i fluoruri topici per il controllo della carie si è dimostrato molto efficace, ma poiché è considerato una panacea, può portare molti a perdere di vista il fatto che il consumo di zucchero rimane la causa principale dello sviluppo della malattia.” Ha dichiarato Watt.

“Abbiamo bisogno di una regolamentazione e di una legislazione più severe per limitare il marketing e l’influenza delle industrie dello zucchero, del tabacco e dell’alcool, se vogliamo affrontare le cause profonde delle condizioni orali”.

 

Oral diseases: a global public health challenge (R G Watt et al)

 

Ending the neglect of global oral health: time for radical action (R G Watt et al)

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + diciannove =