Renault: la ZOE Taxi a guida autonoma ha iniziato i test sulle strade pubbliche

Dal 14 ottobre all’8 novembre 2019, un panel di circa 100 persone utilizzerà il servizio di auto on demand fornito da due prototipi di Renault ZOE elettrici, autonomi e condivisi, nel campus urbano di Parigi-Saclay.

L’obiettivo di questo esperimento è testare gli aspetti tecnici di questo servizio di mobilità su richiesta e valutarne l’accettabilità e l’adozione da parte degli utenti finali per i loro spostamenti quotidiani.

Questo esperimento e il feedback del panel consentiranno al Groupe Renault di identificare tutti gli adattamenti necessari da apportare al servizio, all’applicazione mobile e ai veicoli, per offrire il miglior servizio di mobilità su richiesta, elettrico, autonomo e condiviso nel futuro.

Inaugurato il 15 maggio 2019, il “Paris-Saclay Autonomous Lab” mira a valutare un sistema di trasporto autonomo completo comprendente veicoli autonomi, un sistema di supervisione, infrastruttura connessa e l’applicazione del cliente, per definire le condizioni per lo spiegamento di un servizio di mobilità autonoma su una scala più ampia.

Paris-Saclay Autonomous Lab

Questo servizio diurno, che utilizza prototipi di Renault ZOE elettrici, autonomi e condivisi, consentirà di spostarsi liberamente nel campus urbano di Parigi-Saclay, per la mobilità quotidiana: andare in una delle scuole o dei laboratori del campus, andare a pranzo, giocare sport, ecc.

Il servizio sarà attivo dal lunedì al venerdì, dalle 11 alle 18, per coincidere al meglio con le esigenze dell’utente. Due veicoli correranno nel campus per tutta la durata dei test pubblici.

La prima è una ZOE dotata di una grande porta ad ala anteriore che copre la lunghezza degli interni, consentendo l’accesso immediato ai sedili anteriori e posteriori. L’auto è senza operatore né conducente a bordo.

La seconda è una ZOE dotata di una porta posteriore più grande sul lato destro per facilitare l’accesso alla macchina. La porta si trova sulla destra per garantire la sicurezza di entrare e uscire dall’auto solo sul lato del marciapiede. L’interno è modificato, con il sedile del passeggero anteriore rivolto all’indietro, così i passeggeri ora guidano faccia a faccia;

Un’app mobile per semplificare la prenotazione

L’app per smartphone, Marcel Saclay, progettata appositamente per l’esperimento ZOE Cab, consente agli utenti di chiamare un’auto quando ne hanno bisogno o di prenotarla in anticipo.

Gli utenti indicano la loro posizione, destinazione e il numero di passeggeri per cui stanno prenotando.

In effetti, la ZOE si fermerà lungo il percorso – se necessario – per prelevare un altro passeggero per il resto del viaggio o parte di esso. A seconda di dove si trova l’utente nel campus quando effettua la prenotazione, l’app lo indirizzerà al punto di incontro più vicino e fornirà un orario di arrivo previsto per il veicolo.

Il servizio è progettato per fornire una notevole copertura del campus con 12 punti di prelievo/rientro che sono stati scelti per la loro vicinanza alle aree più frequentate e perché non disturbano il traffico. Una volta che il passeggero è in auto, può seguire il viaggio tramite l’app e conoscere il proprio orario previsto di arrivo nel punto di consegna.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 − due =