Home Ambiente Si producono più o meno gas serra passando all’agricoltura biologica?

Si producono più o meno gas serra passando all’agricoltura biologica?

652
0

L’agricoltura e l’allevamento di animali possono rappresentare importanti fonti di gas serra. Negli ultimi anni abbiamo assistito nel contempo ad un rapido sviluppo di coltivazioni agricole biologiche, solitamente associate ad una visione “green” di queste attività. È realmente così?

A valutare l’impatto ambientale del passaggio dall’agricoltura tradizionale alle coltivazioni biologiche ci ha pensato un gruppo di ricercatori del Regno Unito. I ricercatori hanno realizzato una proiezione sulle modifiche delle emissioni dei gas a effetto serra se l’Inghilterra e il Galles passassero completamente alla produzione di alimenti biologici. I risultati sono stati pubblicati nei giorni scorsi, sulla prestigiosa rivista Nature Communications.

Lo studio suggerisce che le emissioni sarebbero ridotte grazie all’agricoltura biologica, ma nel momento in cui venisse richiesta un’estensione dell’uso del suolo, per compensare la riduzione della produzione, le emissioni nette aumenterebbero.

Le emissioni nette di gas a effetto serra

Guy Kirk e colleghi hanno valutato le conseguenze per le emissioni nette di gas a effetto serra di un passaggio del 100% alla produzione di alimenti biologici in Inghilterra e Galles, utilizzando le valutazioni del ciclo di vita. Gli autori hanno scoperto che rispetto all’agricoltura convenzionale, la produzione biologica comporterebbe una riduzione delle emissioni del 20% per le colture e del 4% per il bestiame.

Tuttavia, prevedono che un passaggio completo all’agricoltura biologica potrebbe produrre carenze nella produzione della maggior parte dei prodotti agricoli dell’ordine del 40%. Stimano che l’area delle terre d’oltremare necessaria per compensare le carenze sia quasi cinque volte quella attualmente utilizzata per alimentare l’Inghilterra e il Galles. Sulla base delle loro analisi, gli autori suggeriscono che ciò potrebbe comportare un aumento netto delle emissioni di 1,7 volte dei livelli attuali.

Dato il contributo fornito dall’allevamento alle emissioni di gas serra, gli autori sostengono che la riduzione del consumo di carne potrebbe svolgere un ruolo importante per la riduzione di questo tipo di gas.

Tuttavia, concludono che è improbabile possa esistere un singolo approccio per raggiungere una produzione alimentare sostenibile dal punto di vista ambientale.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui