Localizzata in Africa la regione di origine dell’uomo moderno, 200.000 anni fa

La patria ancestrale di tutti gli esseri umani dei giorni nostri può essere trovata a sud del fiume Zambezi, nel nord del Botswana. È quanto suggerisce uno studio pubblicato nei giorni scorsi sulla rivista Nature. La ricerca aggiunge un contesto temporale e geografico alla storia dell’evoluzione umana moderna.

L’era dell’uomo moderno

Gli umani anatomicamente moderni sono comparsi in Africa circa 200.000 anni fa, ma la posizione di questa pietra miliare evolutiva è incerta. La ricerca sui fossili sembra trovare una traccia di questa origine nell’Africa orientale. Al contrario, le analisi genetiche hanno suggerito che gli esseri umani moderni sono nati nell’Africa meridionale.

Le origini dell’uomo sul delta dell’Okavango

Vanessa Hayes e colleghi nella loro ricerca hanno utilizzano dati cronologici, etno-linguistici e di distribuzione geografica della frequenza di oltre 1.000 mitogenomi di sudafricani viventi. Questi dati sono stati sovrapposti a ricostruzioni climatiche e hanno rivelato che la popolazione fondatrice di tutti gli esseri umani moderni era probabilmente localizzata nella zona paludosa di Makgadikgadi – Okavango, nell’Africa meridionale.

Il lago africano che non c’è più

Oggi la regione è dominata da deserti e saline, ma un tempo ospitava un enorme lago che era il doppio dell’area del moderno lago Vittoria. Circa 200.000 anni fa il lago iniziò a rompersi, creando una vasta zona umida.

Secondo il nuovo studio, gli umani moderni si stabilirono in questa lussureggiante regione verde e vi rimasero per circa 70.000 anni, fino a quando il clima cambiò. A quel punto iniziarono a disperdersi. All’aumentare del livello di umidità del terreno, nelle regioni più aride che circondavano il lago emersero veri e propri “corridoi” verdi.

Seguendo queste vie fertili, le popolazioni hanno iniziato a migrare, prima in direzione nord-est e poi verso sud-ovest. Questi movimenti hanno spianato la strada agli esseri umani moderni per migrare, allontanandosi dall’Africa e diffondendosi in tutto il mondo.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 + 13 =