Gli incendi della foresta amazzonica fanno sciogliere i ghiacciai delle Ande

Secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Scientific Report, la combustione della foresta pluviale nell’Amazzonia sudoccidentale può far aumentare lo scioglimento dei ghiacciai tropicali nelle Ande. Si parla di un’area che comprende l’Amazzonia brasiliana, peruviana e boliviana.

L’effetto della combustione della biomassa sul ghiacciaio boliviano

Newton de Magalhães Neto e colleghi hanno modellato il possibile effetto della combustione della biomassa nel bacino amazzonico sul ghiacciaio boliviano dello Zongo, utilizzando i dati raccolti tra il 2000 e il 2016 sugli eventi di incendio, il movimento di pennacchi di fumo, le precipitazioni e lo scioglimento dei ghiacciai.

Hanno scoperto che gli aerosol derivanti dalla combustione di biomassa, come il black carbon, possono essere trasportati dal vento nei ghiacciai andini tropicali. Lì si depositano nella neve e hanno il potenziale per aumentare lo scioglimento del ghiacciaio, poiché la neve che è oscurata dal black carbon o particelle di polvere riflette meno luce. Fenomeno che tecnicamente di definisce albedo ridotto.

Concentrando le loro analisi sugli anni 2007 e 2010, quando le stagioni del fuoco erano le più critiche per il bacino amazzonico, gli autori hanno studiato la riduzione dell’albedo delle nevi a causa del solo black carbon e di questo in presenza di quantità di polvere precedentemente riportate.

Il carbone nero e la fusione del ghiacciaio

Il loro modello ha mostrato che il black carbon o la sola polvere avevano il potenziale di aumentare la fusione annuale del ghiacciaio del 3-4% o del 6%, quando entrambi erano presenti. Se le concentrazioni di polvere fossero state elevate, la sola polvere avrebbe avuto il potenziale di aumentare la fusione annuale dell’11-13% e del 12-14% in presenza di black carbon. I risultati suggeriscono che l’impatto della combustione della biomassa amazzonica dipende dal contenuto di polvere nella neve.

La pressione legata alla domanda alimentare globale può comportare una spinta verso la deforestazione per un’ulteriore espansione dell’agricoltura brasiliana, con conseguente aumento delle emissioni di carbonio e CO2 e l’inevitabile impatto sui ghiacciai andini.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − 12 =