Bere e fumare quotidianamente fa aumentare l’età relativa del cervello

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista internazionale Scientific Reports, il bere e il fumare quotidianamente può associarsi a un modesto aumento dell’età relativa del cervello rispetto a coloro che bevono e fumano meno.

La ricerca ha dimostrato che alcune abitudini di vita, come il fumo pesante e il consumo di alcol, sono associate a effetti negativi in specifiche regioni del cervello. Tuttavia, non è chiaro come il fumo e il consumo di alcol possono influenzare l’età del cervello, soprattutto quando viene considerato il cervello nel suo complesso.

Metodi di apprendimento automatico e risonanza magnetica

Arthur W. Toga e colleghi hanno usato metodi di apprendimento automatico e risonanza magnetica per identificare l’età relativa del cervello in 17.308 individui di età compresa tra 45 e 81 anni i cui dati erano stati inclusi nella biobanca del Regno Unito.

L’età relativa del cervello è l’età cerebrale di un individuo basata sulle misurazioni della risonanza magnetica, rispetto all’età media del cervello dei loro coetanei.

Gli autori hanno scoperto che in 11.651 persone per le quali sono state raccolte informazioni sulle abitudini di fumo, coloro che fumavano nella maggior parte o in tutti i giorni avevano un’età relativa del cervello maggiore rispetto a coloro che fumavano meno frequentemente o non fumavano.

Ogni ulteriore pack-year di fumo è risultato associato con 0.03 anni di aumento dell’età relativa del cervello. Un pack-year è stato definito come fumare un pacchetto di sigarette al giorno in media, per un intero anno.

Più si beve più il cervello invecchia

In 11.600 individui per i quali sono state raccolte informazioni sul comportamento nel bere, coloro che bevevano alcol nella maggior parte dei giorni avevano un’età del cervello relativa più alta rispetto a quelli che bevevano meno frequentemente o per nulla. Ogni grammo aggiuntivo di consumo di alcol al giorno è stato associato con 0.02 anni di aumento dell’età relativa del cervello.

I risultati di questo studio suggeriscono che gli effetti nocivi del fumo e del bere sull’età del cervello possono verificarsi principalmente in coloro che fumano e bevono con molta frequenza e con modesti aumenti dell’età cerebrale.

Gli autori avvertono che oltre al fumo e al consumo di alcol, altri vari fattori ambientali e genetici possono essere associati all’età del cervello. Sono necessari studi su campioni più grandi per chiarire ulteriormente queste associazioni.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × uno =