Le temperature diurne e notturne con calore da record sono destinate ad aumentare nei prossimi anni

I compound hot extremes, i giorni di calore estremo composto, in cui le temperature diurne e notturne per una data specifica in estate sono nel primo 10% delle serie di temperature storiche per quello stesso giorno, aumenteranno significativamente a causa dei cambiamenti climatici antropogenici. Ad asserirlo è uno studio pubblicato nei giorni scorsi sulla rivista Nature Communications.

Entro la fine del secolo, l’esposizione della popolazione residente nell’emisfero settentrionale a questi eventi potrebbe essere da quattro a otto volte superiore ai livelli registrati negli anni 2010.

I dati sulle variazioni di temperatura dal 1960 al 2012 per l’emisfero settentrionale

Yang Chen e colleghi hanno analizzato i dati sulle variazioni di temperatura dal 1960 al 2012 per l’emisfero settentrionale e mettono in luce come in questo periodo sia stato registrato in media un giorno aggiuntivo di calore estremo composto per decennio. Questi giorni sono anche diventati più caldi in media di 0,28 °C per decennio. Un’analisi statistica ha confermato che questo aumento è in gran parte causato dalle emissioni antropogeniche di gas serra.

I cambiamenti futuri degli eventi di calore estremo composto

Gli autori presentano inoltre i risultati di un insieme di modelli climatici che studiano i cambiamenti futuri degli eventi di calore estremo composto per due scenari di emissioni. Suggeriscono che la frequenza di giorni di calore estremo composto potrebbe aumentare di un fattore compreso tra 4 e 32 giorni, per estate, in caso di emissioni moderate di gas serra (RCP4.5), e di un fattore compreso tra 8 e circa 69 giorni, per estate, per uno scenario con emissioni di fascia alta (RCP8.5) entro la fine del secolo.

Un mondo più caldo di 2 °C potrebbe comportare ulteriori 5 giorni di calore estremo composto all’anno e a un ulteriore aumento di 0,5 °C della loro intensità rispetto alle condizioni in cui il riscaldamento globale si limitasse a 1,5 °C.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × cinque =