Home Macchine & Motori Presentata a Barcellona l’Alfa Romeo Racing ORLEN C39

Presentata a Barcellona l’Alfa Romeo Racing ORLEN C39

389
0

Il team di Formula 1 Alfa Romeo Racing ORLEN ha presentato la C39, la sua monoposto per il 2020, prima dell’inizio dei test invernali che avranno luogo a Barcellona. La presentazione della vettura completa la griglia di partenza; Alfa Romeo Racing ORLEN era infatti il team che mancava all’appello in vista della nuova stagione.

I piloti Kimi Räikkönen e Antonio Giovinazzi, insieme alla terza guida Robert Kubica e alla collaudatrice Tatiana Calderon, hanno svelato la C39 durante la presentazione in pitlane sul circuito di Catalogna.

adv

La livrea del 2020 segna un ulteriore passo avanti rispetto agli anni precedenti. Pur mantenendo i temi e il layout dei classici colori Alfa Romeo da corsa, presenta un look completamente nuovo in termini di effetti grafici. Il tema che contraddistingue la nuova livrea, sviluppato dal Centro Stile, è denominato “Speed-Pixel”: un’evocazione grafica della velocità e del tempo nell’anno in cui ricorre il centodecimo anniversario del marchio, che riflette anche la tecnologia avanzata della vettura.

Facendo un confronto con il passato, si nota anche il ritorno a un design Quadrifoglio semplificato; inoltre sulla copertura del motore è presente la scritta Alfa Romeo ingrandita che si sovrappone al logo principale. Il posto d’onore naturalmente è riservato all’iconico simbolo dell’Alfa Romeo, che racchiude la croce dell’antico stemma di Milano e il biscione della famiglia Visconti e che rappresenta 110 anni di gloria e vittorie, con lo sguardo sempre proiettato verso il futuro.

I preparativi per il debutto stagionale a Melbourne

Progettata e sviluppata con il coordinamento del direttore tecnico Jan Monchaux, la C39 presenta una leggera somiglianza con la vettura che l’ha preceduta. Si tratta infatti di un concetto completamente nuovo, pensato per permettere al team di consolidare i notevoli progressi compiuti negli ultimi due anni e avvicinarsi gradualmente alla pole position.

L’attenzione è ora rivolta alle due settimane cruciali in cui si svolgeranno i test a Barcellona. Con solo sei giorni a disposizione prima del debutto stagionale che avrà luogo a Melbourne, in Australia, ogni ora di attività sul circuito di Catalogna sarà fondamentale per osservare il comportamento della nuova vettura e ottimizzarne le potenzialità.

Per il momento non resta che godere della bellezza della nuova monoposto Alfa Romeo Racing ORLEN C39 che, a giusta ragione, può essere definita come la ciliegina sulla torta.

Le prestazioni di domani devono essere migliori di quelle di oggi

Frédéric Vasseur, Team Principal Alfa Romeo Racing ORLEN e Amministratore delegato Sauber Motorsport AG ha affermato: “La C39 è il risultato dell’impegno e della visione di un folto gruppo di persone fortemente coinvolte, nonché la dimostrazione della qualità di ogni membro del nostro team. Con questa vettura speriamo di conseguire le nostre ambizioni e di far compiere ulteriori passi avanti al team. L’obiettivo non è cambiato: le nostre prestazioni di domani devono essere migliori di quelle di oggi.

Siamo un team in crescita e dobbiamo ancora migliorare sotto ogni aspetto. Si tratta di un progetto aperto, senza scadenza, che richiede l’impegno e la dedizione di tutti noi. Stiamo facendo progressi, abbiamo già compiuto un enorme passo avanti rispetto a dove eravamo all’inizio del 2018, ma dobbiamo proseguire con determinazione su questa strada”.

Jan Monchaux, direttore tecnico Alfa Romeo Racing ORLEN ha dichiarato: “La C39 è un’evoluzione naturale della vettura dello scorso anno, sebbene non presenti molti punti in comune con la versione precedente. Abbiamo apportato ulteriori migliorie all’auto ma, a parte forse i cerchi e le gomme e alcuni componenti interni, tutte gli altri elementi visibili sono stati modificati.

Si tratta del consueto processo di miglioramento costante, ma il risultato è una macchina totalmente nuova. Ci aspettiamo di ottenere risultati migliori rispetto alla stagione passata, di fare un passo avanti e speriamo di conquistare una posizione predominante a metà schieramento”.

 

 

Articolo precedenteScoperta di una nuova specie di rettili preistorici in Germania
Articolo successivoProblemi di salute nel lungo termine quando si sopravvive a un cancro giovanile
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui