L’Audi completamente elettrica in versione coupé: e-tron Sportback

A cura di Guidare nel Mondo

 

L’elettrificazione in casa Audi procede anche suvetture dal carattere tipicamente sportivo. Ecco così che arriva sul mercato la versione e-tron Sportback, una coupé a quattro porte dalle prestazioni brillanti, completamente elettrica.

Il telaio singolo ampiamente chiuso con i suoi montanti verticali è presentato in un grigio platino chiaro, una specifica caratteristica identificativa dei modelli e-tron. Nella parte inferiore dei fari a LED a matrice, quattro segmenti orizzontali creano la firma specifica e-tron nelle luci di marcia diurna.

I passaruota sono rifiniti di serie in antracite opaco per sottolineare l’aspetto fuoristradistico della vettura. Il modello della linea S è equipaggiato di serie con ruote da 20 pollici e sospensioni pneumatiche sportive. All’estremità posteriore, lo spoiler montato di serie e un diffusore che si estende su tutta la larghezza del veicolo contribuiscono all’aerodinamica del veicolo.

Coefficiente di resistenza 0,25: massima aerodinamica per una migliore autonomia

L’Audi e-tron Sportback in combinazione con gli specchietti retrovisori esterni virtuali della linea S raggiunge un coefficiente di resistenza di soli 0,25. Ciò è dovuto principalmente alla forma della carrozzeria coupé e alla resistenza aerodinamica inferiore nella parte posteriore dell’auto.

Nel ciclo WLTP, la SUV coupé ha un’autonomia fino a 446 chilometri con una singola carica della batteria. Gli specchietti retrovisori esterni virtuali opzionali, i cui supporti a forma di ala integrano piccole telecamere, rappresentano un ulteriore fattore di efficienza. Le immagini catturate appaiono su display OLED ad alto contrasto nella transizione tra il cruscotto e la porta. Se il conducente sposta il dito verso la superficie del display touch, vengono attivati ​​dei simboli con i quali il conducente può riposizionare l’immagine.

Inoltre, gli specchietti si adattano automaticamente a tre situazioni di guida: in autostrada, nonché durante le manovre di svolta e di parcheggio, offrono una visibilità ottimale per ogni scenario. Altri dispositivi che migliorano l’aerodinamica sono la presa d’aria controllabile con canali per il raffreddamento dei freni anteriori, le ruote aerodinamiche e il sottoscocca completamente foderato, inclusa la piastra in alluminio per proteggere la batteria ad alta tensione.

I fari LED a matrice digitale

Con i fari LED a matrice digitale Audi presenta in prima mondiale questo dispositivo montato in un veicolo di produzione. Suddivisa in minuscoli pixel, la sua luce può illuminare la strada ad alta risoluzione. Il design si basa su una tecnologia abbreviata come DMD (Digital Micromirror Device) ed è utilizzata anche in molti videoproiettori. Al suo centro c’è un piccolo chip contenente un milione di microspecchi, ognuno dei quali ha una lunghezza del bordo di pochi centesimi di millimetro. Con l’aiuto dei campi elettrostatici, ogni singolo micromirror può essere inclinato fino a 5.000 volte al secondo. A seconda dell’impostazione, la luce a LED viene indirizzata attraverso gli obiettivi sulla strada o viene assorbita per mascherare le aree del raggio luminoso.

Questa “luce digitale”, che quest’anno entrerà in produzione in serie, svolge molteplici compiti. Il sistema di illuminazione digitale non solo fornisce l’illuminazione in curva, in città e in autostrada come luce anabbagliante con precisione eccezionale, ma integra anche la luce abbagliante, mascherando gli altri utenti della strada con una precisione ancora maggiore. Soprattutto, offre funzioni innovative come la luce di corsia e la luce di orientamento.

Sulle autostrade, la luce di corsia crea un tappeto di luce che illumina brillantemente la corsia del conducente e si regola dinamicamente quando cambia corsia. In questo modo, migliora la consapevolezza del conducente della corsia pertinente e contribuisce a migliorare la sicurezza stradale. Inoltre, la luce di orientamento utilizza aree oscurate mascherate dal raggio di luce per mostrare in modo predittivo la posizione del veicolo nella corsia, supportando in tal modo, specialmente su strade strette o in zone di costruzione di autostrade, l’assistenza per il centraggio della corsia sicura. La funzione luce di segnalazione viene utilizzata anche in combinazione con il sistema di visione notturna opzionale. La luce attira automaticamente l’attenzione su tutti i pedoni che rileva, riducendo così il pericolo di trascurare i pedoni nelle immediate vicinanze della corsia.

Motori elettrici, trazione integrale elettrica, sospensioni

Nell’Audi e-tron Sportback 55 quattro ogni asse è dotato di un motore elettrico asincrono che viene alimentato con corrente trifase dall’elettronica di potenza. Con una potenza di 265 kW e 561 Nm di coppia (consumo di energia elettrica combinato in kWh/100 km*: 26,0 – 21,9 (WLTP); 22,7 – 20,6 (NEFZ); emissioni di CO2 combinate in g/km: 0), i due motori elettrici standard offrono un potente scatto nel lancio del SUV da fermo: privo di emissioni e in silenzio. L’Audi e-tron Sportback 55 quattro impiega solo 6,6 secondi (consumo di energia elettrica combinato in kWh/100 km*: 26,0 – 21,9 (WLTP); 22,7 – 20,6 (NEFZ); emissioni di CO2 combinate in g/km: 0) per raggiungere 100 km/h e la sua velocità massima è limitata elettronicamente a 200 km/h.

Passando dalla gamma di trasmissione D a S e premendo a fondo il pedale dell’acceleratore, il conducente può attivare la modalità boost. Qui, l’azionamento genera 300 kW di potenza e 664 Nm di coppia per otto secondi. Ciò consente alla SUV coupé di correre da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi.

I riduttori epicicloidali a due stadi con una gamma di ingranaggi trasferiscono la coppia dai motori elettrici agli assi. Un interruttore, che il conducente può azionare con il pollice e l’indice, viene utilizzato per selezionare le marce. È incorporato in una leva posizionata in basso sopra il tunnel centrale e funge da appoggio per le mani.

La trazione integrale elettrica regola continuamente la distribuzione ideale della coppia motrice tra i due assi, in frazioni di secondo. Nella maggior parte delle situazioni di guida, Audi e-tron Sportback si affida esclusivamente al suo motore elettrico posteriore. Se il guidatore richiede più spinta, l’unità anteriore viene immediatamente attivata. Ciò si verifica anche in modo predittivo prima che si verifichi lo slittamento in condizioni di ghiaccio o in curva veloce o in caso di sottosterzo o sovrasterzo dell’auto.

Un fattore chiave nell’equilibrio di questa vettura è la bassa posizione di installazione dei componenti della trasmissione, che si traduce in un baricentro molto più basso rispetto a un SUV convenzionale. Tutti i componenti più pesanti sono concentrati al centro del veicolo. La distribuzione del carico per asse con un rapporto di quasi 50:50 è perfettamente bilanciata; il comportamento autosterzante è neutro.

Il sistema di batterie ad alta tensione

Il sistema di batterie immagazzina 95 kWh di energia lorda (86,5 kWh netti) e funziona a una tensione nominale di 396 volt. È montato come un ampio blocco piatto sotto la cella del passeggero. Il sistema di batterie è rigido e resistente agli urti, grazie a un solido telaio protettivo e un laminato di alluminio che contiene i 36 moduli di celle. Questi sono disposti su due livelli, come un “piano” lungo inferiore con 31 moduli e un piano superiore corto con cinque moduli. Ogni modulo integra dodici “celle a marsupio”. Il sistema di raffreddamento si trova sotto la camera della cella.

Durante le azioni di decelerazione fino a 0,3 g la batteria ad alta tensione viene caricata dai motori elettrici, principalmente dal motore elettrico posteriore, che in queste situazioni fungono da generatori. Il sistema prevede una regolazione variabile del recupero di energia tra i due moduli elettrici, sia in modalità di inerzia quando il guidatore rilascia il pedale di destra sia durante la frenata. Il grado di recupero per inerzia può essere impostato su tre livelli per mezzo di palette sul volante.

In caso di frenata da 100 km/h la vettura può recuperare un massimo di 300 Nm e 220 kW. Come per il suo modello gemello, ciò equivale a oltre il 70% della sua produzione. Complessivamente, il SUV-coupé raggiunge fino al 30% della sua autonomia attraverso il recupero di energia.

I freni delle ruote, ad attivazione elettroidraulica entrano in gioco solo con forze di decelerazione superiori a 0,3 g. A seconda della situazione di guida, il sistema di controllo decide individualmente per ciascun asse se il SUV coupé si riprende utilizzando solo i motori elettrici, solo i freni delle ruote o una combinazione di entrambi. La transizione tra frenata elettrica e idraulica è regolare e omogenea, quindi il guidatore non se ne accorge.

Audi e-tron Sportback 50 quattro

Al lancio sul mercato, Audi offrirà il SUV coupé a trazione completamente elettrica con una seconda variante del motore. E-tron Sportback 50 quattro genera 230 kW di potenza e 540 Nm di coppia (consumo di energia elettrica combinato in kWh/100 km*: 26,3 – 21,6 (WLTP); 23,9 – 21,4 ( NEFZ); emissioni di CO2 combinate in g/km: 0). La batteria elimina il “piano” superiore; e i suoi 27 moduli sono composti ciascuno da dodici celle prismatiche. Il sistema, che pesa circa 120 chilogrammi in meno rispetto alla batteria dello Sportback 55 quattro, fornisce 71 kWh di energia lorda (64,7 kWh netti). Ciò consente alla SUV coupé di percorrere fino a 347 chilometri con una carica completa nel ciclo WLTP. La vettura accelera da 0 a 100 km/h in 6,8 secondi e ha una velocità massima di 190 km/h (consumo di energia elettrica combinato in kWh/100 km*: 26,3 – 21,6 (WLTP); 23,9 – 21,4 (NEFZ); emissioni di CO2 combinate in g/km: 0).

I tempi di ricarica

Sui percorsi a lunga distanza, l’Audi e-tron Sportback 55 quattro può caricare con corrente continua (DC) fino a 150 kW nelle stazioni di ricarica rapida. In poco meno di mezz’ora, la batteria raggiunge l’80% della sua capacità. E-tron Sportback 50 quattro può caricare fino a 120 kW e raggiungere lo stesso stato di carica in tempi simili.

La ricarica nelle stazioni pubbliche a corrente alternata può essere eseguita utilizzando un cavo modalità 3 standard. Qui sono disponibili fino a 11 kW di potenza, che possono essere aumentati a 22 kW con un secondo dispositivo di ricarica di bordo opzionale che sarà disponibile entro la fine dell’anno. Il servizio di ricarica di Audi, il servizio di ricarica e-tron, offre accesso a oltre 140.000 punti di ricarica pubblici in 24 paesi europei. Che sia AC o DC, 11 o 150 kW, è sufficiente un’unica scheda per avviare il processo.

Audi offre anche una gamma di soluzioni per la ricarica nel garage di casa, a seconda della capacità dell’alimentazione domestica. Il sistema di ricarica compatto standard è adatto per una semplice connessione a 230 volt e per una presa trifase da 400 volt con una potenza fino a 11 kW. Lo stelo di ricarica opzionale connect sarà disponibile prossimamente. Offre funzioni di ricarica intelligenti, ad esempio la ricarica preferita in tempi bassi.

I sistemi di assistenza alla guida

I sistemi di assistenza alla guida offerti da Audi in Sportback e-tron supportano i conducenti e riducono il carico di lavoro in molte situazioni. I sistemi di sicurezza anteriori Audi pre sense basic e Audi pre sense sono di serie. Audi offre il pacchetto di assistenza City appositamente per il traffico urbano. Include le funzioni di assistenza agli incroci e di assistenza al traffico trasversale posteriore, nonché gli avvisi di cambio corsia e uscita di corsia. È montata Audi pre sense 360​​°, la combinazione di Audi pre sense anteriore, posteriore e laterale. Questo sistema rileva i rischi di collisione e avvia misure di protezione mirate, dalla frenata completa al tensionamento delle cinture di sicurezza.

I punti salienti del pacchetto assist Tour sono il cruise assist adattivo, che semplifica il controllo longitudinale e laterale, nonché l’assistente all’efficienza. Quest’ultimo utilizza i dati dei sensori di bordo, del sistema di navigazione e dei servizi Car-to-X e segnala al conducente quando ha senso staccare il piede dal pedale dell’acceleratore. In combinazione con il sistema di adattamento automatico della velocità di crociera adattivo e il riconoscimento del segnale stradale, l’assistente all’efficienza può anche frenare e accelerare il coupé SUV in modo predittivo. Le funzioni di assistenza alla svolta, di prevenzione delle collisioni e di assistenza di emergenza completano il pacchetto Tour. Audi offre anche l’assistenza al parcheggio, la visione notturna e le telecamere a 360 gradi che consentono al guidatore di scegliere tra più viste.

Il modello “Edition one”

L’Audi e-tron Sportback, che verrà costruito nello stabilimento di Bruxelles, debutterà sul mercato europeo nella primavera del 2020. In Germania, l’e-tron Sportback sarà disponibile in due varianti di produzione, con il prezzo base a partire da 71.350 EUR. Per celebrare il lancio, Audi offrirà il modello in edizione limitata “edition one” nel colore blu plasma. Basato sull’esterno della linea S, include anche gli specchietti retrovisori esterni virtuali, gli accessori rifiniti in alluminio, le esclusive ruote da 21 pollici, le pinze dei freni arancioni e il tetto panoramico in vetro.

L’interno offre una scelta tra sedili personalizzati con contorni esclusivi dei coprisedili Monaco in pelle Valcona e gli interni della linea S con sedili sportivi in pelle Valcona. L’equipaggiamento include anche il sistema audio Bang & Olufsen Premium con audio 3D frontale, il pacchetto assist Tour e fari a matrice LED con indicatori di direzione dinamici anteriori e posteriori e scenari di luce dinamica.

Per altri articoli sul mondo dei motori e scoprire itinerari di viaggio, da percorrere in auto, sulle strade del mondo, visita il nostro sito:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 + sette =