Home Cardiologia L’ipertensione in gravidanza può causare disturbi mentali nella prole

L’ipertensione in gravidanza può causare disturbi mentali nella prole

14
0

Secondo una nuova ricerca pubblicata nei giorni scorsi sulla rivista Hypertension, l’ipertensione in gravidanza, e in particolare la preeclampsia, possono causare disturbi di salute mentale nei bambini.

Uno studio finlandese condotto su 4.743 coppie madre-bambino ha rilevato associazioni tra ipertensione in gravidanza – tra cui ipertensione cronica, ipertensione gestazionale, preeclampsia ed eclampsia – e disturbi mentali dell’infanzia.

La preeclampsia è una complicanza della gravidanza comune, spesso caratterizzata da ipertensione e proteinuria, che indica danni ad altri organi tra cui il fegato e i reni. L’eclampsia è una grave complicanza della preeclampsia in cui valori pressori elevati possono associarsi ad episodi convulsivi.

La preeclampsia materna e la sua gravità sono state associate ad un aumento del rischio per lo sviluppo di qualsiasi disturbo mentale e dello sviluppo psicologico e a disturbi comportamentali ed emotivi nella prole.

Un rischio maggiore del 66% di disturbi mentali

I ricercatori hanno evidenziato come i bambini le cui madri avevano avuto una preeclampsia avevano un rischio maggiore del 66% di sviluppare disturbi mentali e un rischio doppio di problemi mentali infantili tra i bambini le cui madri avevano avuto una grave preeclampsia.

“Mentre studi precedenti hanno mostrato effetti significativi della preeclampsia sull’ADHD, il disturbo dello spettro autistico e la schizofrenia nella prole, un nuovo aspetto delle nostre scoperte è stato che gli effetti predisponenti della preeclampsia materna si estendevano a qualsiasi disturbo mentale nella prole”, ha detto Marius Lahti -Pulkkinen, uno dei ricercatori senior dello studio, docente all’Università di Helsinki, in Finlandia.

I ricercatori hanno anche osservato che la combinazione di disturbi ipertensivi materni, sovrappeso/obesità e diabete in gravidanza aumentano l’incidenza cumulativa dei disturbi mentali infantili dal 6,6%, tra la progenie delle madri con nessuna di queste condizioni, al 22,2%, nella prole esposta a tutte e tre queste condizioni materne avverse.

La necessità di interventi preventivi e trattamenti

Le associazioni della preeclampsia materna con i disturbi mentali nella prole non sono spiegate da preesistenza di disturbi mentali materni, età materna, uso di sostanze, numero di gravidanze precedenti, istruzione, sovrappeso / obesità, disturbi del diabete o disturbi paterni mentali o ipertensione paterna.

“I risultati sottolineano la necessità di interventi preventivi e trattamenti per i disturbi ipertensivi materni, dal momento che tali interventi hanno il potenziale per favorire sia il benessere della futura madre e la sua prole”, ha detto. “I risultati hanno anche gettato nuova luce sull’eziologia dei disturbi mentali infantili. Queste informazioni possono aiutare a indirizzare gli interventi preventivi e il sostegno alle famiglie a rischio e aiutare i clinici a comprendere i problemi e le cause sottostanti ai disturbi mentali dell’infanzia.”

L’ipertensione in gravidanza è un fattore chiave di rischio per mortalità materna, parto di bimbo morto, parto pretermine e limitazione della crescita intrauterina e predicono morbilità cardiovascolare nella madre e nella prole.

 

 

Articolo precedenteGravidanza e malattie cardiovascolari: il nuovo Scientific Statement dell’AHA
Articolo successivoIl coronavirus fa calare i consumi di energia e i livelli di CO2
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. I primi sono medici chirurghi, con specializzazioni in differenti aree e discipline mediche, che rivedono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, proponendo articoli che forniscono ai professionisti della sanità un agile strumento di aggiornamento. Altri collaboratori, di formazione medica o con altre competenze, contribuiscono alla composizione degli articoli inseriti nelle rubriche di carattere non scientifico, tra cui quelle dedicate ad argomenti sportivi e quelle che propongono temi su viaggi e turismo. La redazione cura inoltre la valutazione, elaborazione e pubblicazione di comunicati stampa di aziende e organizzazioni governative e non governative.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

5 × quattro =