Home Macchine & Motori Audi A6 Avant in versione ibrida plug-in

Audi A6 Avant in versione ibrida plug-in

1026
0
La nuova Audi A6 Avant Plug-in

A cura di Guidare nel Mondo

 

adv

L’Audi propone al pubblico la sua station wagon full size A6 Avant come ibrido plug-in. La potenza di sistema è di 270 kW (367 CV) (consumo di carburante combinato in l / 100 km: 2,1–1,9; consumo di energia elettrica combinato in kWh / 100 km: 18,1–17,6; emissioni di CO2 combinato in g/km: 48–44).

La propulsione combina un motore 2.0 TFSI con 185 kW di potenza e 370 Nm di coppia con un potente motore elettrico. La macchina sincrona a eccitazione permanente ha una potenza di picco di 105 kW e una coppia di picco di 350 Nm. Insieme alla frizione di separazione, è integrato in un cambio S tronic a sette velocità, che trasferisce la coppia motrice a una trasmissione quattro.

L’Audi A6 Avant PHEV ha quindi una trazione integrale efficiente e permanentemente disponibile per un livello altrettanto elevato di trazione e maneggevolezza dinamica. La coppia del sistema raggiunge già il suo massimo di 500 Nm ad una velocità di 1.250 giri / min.

L’autonomia in elettrico dell’Audi A6 Avant 55 TFSI e quattro arriva fino a 51 chilometri nel ciclo WLTP.

L’A6 Avant PHEV accelera da 0 a 100 km / h in 5,7 secondi. La sua velocità massima è di 250 km / h – in modalità solo elettrica, l’ibrido plug-in può raggiungere una velocità fino a 135 km/h.

Audi A6 Avant ibrida plug-in: gestione delle unità e strategia operativa predittiva

Il concetto di guida del modello Audi PHEV è progettato in modo che i clienti possano fare la maggior parte della loro guida quotidiana elettricamente e quindi a zero emissioni locali. Possono scegliere tra le tre modalità di guida “EV” per la guida completamente elettrica, “Hybrid” per la combinazione efficiente di entrambi i tipi di guida e “Hold” per conservare l’energia elettrica disponibile in qualsiasi momento.

In modalità “ibrida”, la strategia operativa predittiva garantisce la massima efficienza e la massima quantità possibile di guida elettrica. Controlla la trasmissione in modo che l’ultima fase del viaggio prima di arrivare a destinazione possa essere coperta in modalità completamente elettrica e la batteria venga caricata in anticipo tramite il motore a combustione, ove necessario. A tale scopo, utilizza una grande quantità di informazioni, tra cui la navigazione, gli eventi del traffico online, lo stile di guida del cliente e i sensori del veicolo come la telecamera e il radar. Pianifica la gestione degli azionamenti e decide tra la ruota libera con il motore disattivato e il recupero per inerzia.

Per altri dettagli su quest’auto e scoprire itinerari di viaggio, da percorrere in auto, sulle strade del mondo, visita il sito

 

Articolo precedenteUn pennacchio di vapore acqueo su Europa rivela il suo sottosuolo abitabile
Articolo successivoInsufficienza cardiaca: l’alfabetizzazione sanitaria dei pazienti migliora i risultati clinici
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui