Negli adolescenti le sigarette elettroniche portano a fumare sigarette tradizionali

Negli adolescenti l’uso di sigarette elettroniche raddoppia il rischio di iniziare a fumare sigarette tradizionali. Lo afferma un position paper della European Association of Preventive Cardiology (EAPC), pubblicato nei giorni scorsi sullo European Journal of Preventive Cardiology.

“Lo svapo è commercializzato per gli adolescenti e l’industria del tabacco utilizza le celebrità per promuoverlo come più salutare del fumo”, ha affermato la professoressa Maja-Lisa Løchen della UiT The Arctic University of Norway, a Tromsø.

“La legislazione sulla commercializzazione e la vendita di sigarette elettroniche varia enormemente da un paese all’altro”, ha affermato la professoressa Løchen. “È urgentemente necessaria un’azione per fermarne il crescente utilizzo nei giovani. L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) afferma che le sigarette elettroniche sono dannose per la salute”.

Adolescenti e sigarette elettroniche: consumo in aumento

Gli studi hanno riferito che l’uso di sigarette elettroniche nei giovani è aumentato dal 5% nel 2013 a quasi il 25% nel 2018. Fino al 5% degli adulti usa sigarette elettroniche, con ampie variazioni tra i paesi.

Il position paper della European Association of Preventive Cardiology (EAPC) si concentra sugli effetti cardiovascolari delle sigarette elettroniche. Invita i regolatori a proteggere i giovani limitando le vendite e la pubblicità e vietando i sapori dolci che gli adolescenti ritengono meno dannosi.

La ricerca ha dimostrato che le sigarette elettroniche aumentano la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca, cambiano le pareti delle arterie in modo che diventino più rigide e meno elastiche e inibiscono la funzione dei vasi sanguigni danneggiandone l’endotelio. Ognuno di questi quattro effetti sono importanti fattori di rischio cardiovascolare. Uno studio dell’anno scorso ha trovato un legame tra sigarette elettroniche e infarto del miocardio.

Oltre agli effetti cardiaci, si stanno accumulando prove del fatto che lo svapo ha effetti negativi sui polmoni ed è dannoso per lo sviluppo del feto durante la gravidanza. La ricerca preliminare indica che le sigarette elettroniche potrebbero causare il cancro.

Adolescenti e sigarette elettroniche: doppi consumatori

Non è chiaro se le sigarette elettroniche possano aiutare le persone a smettere di fumare, poiché gli studi hanno prodotto risultati contrastanti. “Quando questi studi sono riuniti insieme non emerge che le sigarette elettroniche siano più efficaci dei metodi convenzionali e ben testati per smettere di fumare”, ha affermato la professoressa Løchen. “Inoltre, le persone che usano le sigarette elettroniche per smettere di fumare spesso finiscono per essere doppi consumatori, di sigarette tradizionali e sigarette elettroniche”.

“Le sigarette elettroniche dovrebbero essere utilizzate per smettere di fumare solo se nient’altro ha funzionato e la persona è attentamente monitorata per gli effetti collaterali”, ha aggiunto.

La professoressa Løchen ha concluso: “Le sigarette elettroniche sono un prodotto relativamente nuovo e gli effetti sulla salute a lungo termine non sono noti. È giunto il momento per politici e regolatori di agire – con campagne di salute pubblica per aumentare la consapevolezza e la legislazione per fermare la diffusione dei giovani.”

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 − tre =