Home Macchine & Motori Roadster per eccellenza: Mazda MX-5 in versione 2021

Roadster per eccellenza: Mazda MX-5 in versione 2021

225
0

A Cura di Guidare nel Mondo.

La famosissima roadster di Mazda fa il suo debutto sul mercato italiano. La MX-5 2021, disponibile sia nella versione classica Soft Top, con tetto ad azionamento manuale in tela, sia RF (Retractable Fastback, con tettino rigido a scomparsa), viene ora offerta con 7 tinte diverse tra cui spicca il nuovo Deep Crystal Blue Mica.

adv

Per quanto riguarda gli allestimenti interni, la MX-5 2021 annovera ora, oltre alla disponibilità di serie di rivestimenti in pelle nera e sedili riscaldati, anche la possibilità di scegliere in opzione due alternative di rivestimenti in materiali pregiati: la Pelle nappa Burgundy Red e la pelle nappa Pure White.

Motori quattro cilindri a benzina Skyactiv-G

Per quanto riguarda le dotazioni, tutte le MX-5 2021 sono ora equipaggiate di serie con la connessione wireless per Apple CarPlay, che consente al conducente di rimanere sempre connesso mantenendo la concentrazione sulla strada. Alla sicurezza contribuisce anche la conformazione del posto guida centrato sul pilota, frutto di una progettazione umanocentrica dell’abitacolo che presenta una disposizione ideale dei comandi di guida.

La MX-5 2021 dispone di motori quattro cilindri a benzina Skyactiv-G 1.5 da 132 CV e Skyactiv-G 2.0 da 184 CV (consumo di carburante nel ciclo combinato WLTP: 6,3-6,9 l/100 km; emissioni CO2: 142-145 g/km). Grazie al sistema i-Stop e alla tecnologia i-ELOOP che immagazzina l’energia generata in frenata in un condensatore, entrambi i motori si contraddistinguono per le loro elevate prestazioni (accelerazione 0-100 Km/h in soli 6,5” per la Soft Top 2.0L da 184 CV) nel pieno rispetto della normativa antinquinamento Euro6d. Il cambio è manuale a sei marce. La distribuzione del peso è 50:50 fra assale anteriore e posteriore.

La vettura è dotata delle tecnologie di sicurezza attiva i-Activsense che comprendono la frenata di emergenza in città, anteriore e posteriore (SCBS e SCBS-R), il monitoraggio degli angoli ciechi (BSM), il sistema di rilevamento della fatica del guidatore (DAA), i fari LED a matrice adattiva (ALH) e tanto altro ancora.

Per ulteriori dettagli su questa e altre auto e scoprire itinerari di viaggio, sulle strade del mondo, visita il sito

 

Articolo precedenteL’attività fisica protegge dall’infarto del miocardio fatale
Articolo successivoDiverticolite: la scelta del miglior antibiotico per prevenire complicazioni ed eventi avversi
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

7 + 8 =