Canada e Oregon: un’ondata di calore senza precedenti

Mentre le ondate di calore sono abbastanza comuni durante i mesi estivi, la recente ondata di caldo torrido che ha colpito parti del Canada occidentale e degli Stati Uniti è stata particolarmente devastante, con record di temperatura infranti e centinaia di persone vittime del caldo estremo.

Il Canada ha battuto il suo record di temperatura per il terzo giorno consecutivo: il 29 giugno a Lytton, un villaggio a nord-est di Vancouver, nella Columbia Britannica, ha registrato un 49,6°C. Anche Portland, nell’Oregon, ha battuto il record di temperatura di tutti i tempi per tre giorni consecutivi.

Le temperature più calde sono state registrate nello stato di Washington

L’estensione dell’ondata di caldo può essere vista nell’immagine della mappa, che mostra la temperatura della superficie terrestre di parti del Canada e degli Stati Uniti il ​​29 giugno. I dati evidenziano come le temperature superficiali a Vancouver e Portland hanno raggiunto i 43°C e Calgary ha registrato i 45°C. Le temperature più calde sono state registrate nello stato di Washington (visibile in rosso intenso) con temperature massime della superficie terrestre di circa 69°C. Sono evidentemente valori che fanno impallidire anche i più fantascientifici film sulle catastrofi naturali.

La mappa è stata generata utilizzando i dati della missione Copernicus Sentinel-3. Le previsioni meteorologiche utilizzano in genere le temperature dell’aria. Il radiometro della temperatura del mare e della superficie terrestre montato a bordo del satellite  Sentinel-3 misura invece l’energia che si irradia dalla superficie terrestre. Pertanto, la mappa mostra la temperatura effettiva della superficie terrestre che può essere significativamente più calda o più fredda delle temperature dell’aria.

L’azzurro nell’immagine rappresenta la neve e il ghiaccio o la copertura nuvolosa. Neve e ghiaccio possono essere visti, ad esempio, nelle catene montuose del Canada e del Monte Rainier negli Stati Uniti, mentre alcune nuvole possono essere viste sulla costa del Pacifico e in basso a destra sulla mappa.

Il calore persistente su parti del Canada occidentale e su parti degli Stati Uniti è stato causato da una cupola di calore che si estende dalla California all’Artico. Le temperature sono successivamente diminuite nelle zone costiere, ma c’è stata poca tregua per le regioni interne, dove si sta spostando l’onda di calore.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + 20 =