Home Macchine & Motori La nuova Audi RS 4 Avant: sempre più potente

La nuova Audi RS 4 Avant: sempre più potente

5
0
Dynamic photo Color: Tango red

La parte anteriore della nuova RS 4 Avant è stata completamente riprogettata. Differisce notevolmente dalla A4 Avant. Il Singleframe è più largo e piatto rispetto al modello base. La nuova griglia a uovo con l’emblema RS 4 è inserita direttamente nel paraurti con le grandi prese d’aria laterali e le alette verticali.

Gli elementi di design neri lucidi posizionati proprio accanto ai fari sottolineano l’effetto della larghezza della nuova vettura.

Il sistema di scarico sportivo RS opzionale con terminali di scarico neri crea un’esperienza sonora particolarmente sportiva. Il guidatore può decidere se desidera un suono sportivo o attenuato tramite il sistema di gestione dinamica Select di Audi drive.

I motori

La nuova RS 4 Avant ora produce 331 kW (450 CV metrici), che equivalgono a una potenza di 155,5 CV metrici per litro. Ciò consente una accelerazione da zero a 100 km/h in soli 4,1 secondi. Il motore TFSI pesa solo 182 chilogrammi, vale a dire 31 chilogrammi in meno rispetto al motore V8 nel modello precedente dal 2012. Ciò avvantaggia il peso lordo e la distribuzione del carico sull’asse. Il V6 biturbo applica una coppia di 600 Nm all’albero motore in un ampio intervallo di velocità del motore da 1.900 a 5.000 giri / min. Il pacchetto dinamico RS aumenta la velocità massima regolata elettronicamente da 250 a 280 km/h.

I due turbocompressori del 2.9 TFSI sono ciascuno assegnato a un banco di cilindri e generano una pressione di sovralimentazione fino a 1,5 bar. Come con tutti i motori V6 e V8 di Audi, i turbocompressori sono installati all’interno della “V” interna a 90 gradi delle bancate dei cilindri, quindi il lato di scarico delle testate si trova all’interno, mentre il lato di aspirazione è all’esterno del motore. Questo layout consente una costruzione compatta e percorsi di flusso del gas brevi con perdite di flusso minime.

Nel nuovo ciclo di guida WLTP, consuma solo 9,2 litri di carburante per 100 chilometri, che corrispondono a 208 grammi di CO2 per chilometro. Ciò costituisce una riduzione dei consumi del 17 percento rispetto al modello precedente.

La trasmissione

La potenza del 2.9 TFSI passa al sistema di trazione integrale permanente quattro tramite il tiptronic sportivo a otto velocità. Durante la guida regolare, il sistema fornisce più potenza all’asse posteriore. Il differenziale dirige il 60 percento della coppia sull’asse posteriore e il 40 percento sulla parte anteriore. Se si verifica uno slittamento indesiderato su un asse, la maggior parte della potenza viene automaticamente e rapidamente reindirizzata sull’altro asse, fino al 70 percento in avanti o fino all’85 percento in quello posteriore. Gli elevati valori di bloccaggio consentono una distribuzione della coppia chiaramente definita e un’interazione estremamente precisa con i sistemi di controllo dell’ESC e il controllo selettivo della coppia su ruote. Quando si guida con uno stile sportivo, frena leggermente le ruote all’interno della curva tramite il controllo elettronico di stabilizzazione, aumentando così la coppia motrice sulle ruote all’esterno della curva con il carico delle ruote più elevato. La differenza nelle forze motrici trasforma l’automobile in curva, permettendo all’auto di seguire con precisione l’angolo di sterzata.

Quando si gira o si accelera in una curva, la coppia viene prevalentemente orientata verso la ruota posteriore all’esterno della curva: l’auto viene letteralmente premuta nella curva, eliminando anche il minimo accenno di sottosterzo. In caso di sovrasterzo, il differenziale sportivo stabilizza il veicolo indirizzando la coppia alla ruota all’interno della curva.

La nuova RS 4 Avant è equipaggiata in fabbrica con ruote 265/35 in alluminio forgiato da 19 pollici. Sono disponibili su richiesta vari design da 20 pollici, tra cui una nuova ruota a cinque bracci completamente fresata e verniciata completamente in bronzo opaco. Utilizza pneumatici 275/30.

Gli interni

Guide luminose a LED tracciano i contorni delle porte e della console centrale, facendo così fino a 30 colori diversi in combinazione con il pacchetto di illuminazione ambientale opzionale.

Il display touch MMI da 10,1 pollici è il centro di controllo del nuovo sistema operativo. Si trova al centro del cruscotto e leggermente inclinato verso il conducente. Lo schermo sensibile al tocco mostra un’animazione grafica ad alta risoluzione di una RS 4 Avant per dare il benvenuto al guidatore. Il display touch MMI fornisce un feedback acustico e assume le funzioni del precedente pulsante rotante sulla console centrale.

Il conducente può utilizzare il monitor per visualizzare una panoramica delle temperature dei componenti del sistema di trasmissione, delle forze g massime e delle informazioni relative alla pressione e alla temperatura degli pneumatici. Nell’abitacolo virtuale Audi, gli speciali display forniscono informazioni su pressione degli pneumatici, coppia, potenza, temperatura dell’olio motore, tempi sul giro, misure di accelerazione e forze g. Il display della spia del cambio di marcia richiede al conducente di cambiare marcia quando viene raggiunto il limite di giri.

Il guidatore può attivare le due modalità RS1 e RS2 nella selezione Audi drive direttamente tramite un nuovo pulsante “RS MODE” sul volante sportivo multifunzione in pelle RS a fondo piatto. Ciò apre automaticamente i display specifici RS nell’Audi virtual cockpit. Le nuove palette del cambio in alluminio sono considerevolmente più grandi di prima.

Su richiesta, la RS 4 assiste il guidatore in molte situazioni. Più di 30 sistemi di assistenza alla guida includono la funzione di assistenza adattiva della velocità di crociera con funzione stop & go per il controllo automatico della distanza, l’assistenza per l’intersezione, l’avvertimento di cambio corsia o l’avviso di marciapiede.

 

 

Articolo precedenteLe implicazioni dell’iperkaliemia nel trattamento dei pazienti con scompenso cardiaco
Articolo successivoWarfarin più efficace del rivaroxaban nella sindrome da anticorpi antifosfolipidi
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. I primi sono medici chirurghi, con specializzazioni in differenti aree e discipline mediche, che rivedono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, proponendo articoli che forniscono ai professionisti della sanità un agile strumento di aggiornamento. Altri collaboratori, di formazione medica o con altre competenze, contribuiscono alla composizione degli articoli inseriti nelle rubriche di carattere non scientifico, tra cui quelle dedicate ad argomenti sportivi e quelle che propongono temi su viaggi e turismo. La redazione cura inoltre la valutazione, elaborazione e pubblicazione di comunicati stampa di aziende e organizzazioni governative e non governative.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

sette + dodici =