Home Macchine & Motori Mercedes-Benz e Google Assistant per essere ancor più connessi con la propria...

Mercedes-Benz e Google Assistant per essere ancor più connessi con la propria vettura

164
0

Mercedes-Benz ha annunciato la nuova collaborazione con Google Assistant per Google Home. L’assistente vocale Google Home permette di interagire con la propria vettura Mercedes-Benz direttamente da casa.

La funzionalità sarà disponibile già da quest’anno.

adv

La collaborazione è funzionale al raggiungimento da parte di Mercedes-Benz di un ambizioso obiettivo a lungo termine: creare un ecosistema intelligente per le proprie vetture sfruttando le tecnologie più avanzate per semplificare la vita di ogni giorno ai propri Clienti. Grazie all’integrazione, gli utenti di Google Home possono comunicare la destinazione alla propria vettura, impostare e attivare i sistemi di riscaldamento e raffreddamento, verificare i livelli di carburante e di carica, controllare la chiusura e interagire con la vettura per chiudere le porte e molto altro ancora, tutto comodamente da casa.

L’azienda tedesca è uno dei primi produttori di apparecchiature originali a integrare Google Assistant per Google Home a bordo delle proprie vetture e ciò segna un ulteriore passo avanti nella strategia aziendale per la connettività.

In alcuni paesi il sistema è già attivo dai primi mesi di quest’anno.

Mercedes-Benz ha lanciato la Companion App nel 2015 per integrare l’intelligenza contestuale nell’esperienza di guida del Cliente. Oltre alla navigazione “door-to-door”, la Companion App sfrutta l’apprendimento automatico per offrire un’esperienza personalizzata sulla base delle azioni dei Clienti e del loro ambiente.

Articolo precedenteEvidenziata un’alta incidenza di fibrillazione atriale asintomatica nei soggetti anziani
Articolo successivoQuanti anni si vivono da anziano non autosufficiente? I cambiamenti dal 1991 al 2011
franco.folino
Franco Folino è un medico chirurgo, specialista in cardiologia, e un giornalista. Ha iniziato a lavorare come cronista alla fine degli anni settanta, scrivendo articoli per diverse riviste italiane di sport motoristici, e in seguito anche in media televisivi privati, estendendo il suo interesse in altri campi dell’informazione. Ha pubblicato differenti articoli scientifici ed editoriali su prestigiose riviste internazionali. Ha contribuito alla nascita di Newence, diventandone il direttore responsabile dal marzo del 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

tre × tre =