Pubblicati da Franco Folino

Il digiuno intermittente per una vita più lunga e sana, ma anche per dimagrire

Il digiuno sembra cosa quantomai lontana dalle abitudini dei giorni nostri. In un momento in cui proporre semplici diete salutari diventa spesso difficile, consigliare un periodo di astinenza totale dal cibo pare del tutto anacronistico. Eppure, i periodi più o meno lunghi di astinenza al cibo fanno ancora parte di usanza religiose praticate da milioni […]

Gli antagonisti recettoriali dei mineralcorticoidi nello scompenso cardiaco: poco usati e spesso interrotti

L’insufficienza cardiaca è la causa più frequente di ricovero negli adulti di età pari o superiore a 65 anni. Una delle principali ragioni di questa elevata prevalenza è il progressivo invecchiamento della popolazione. L’insufficienza cardiaca si associa inoltre a un alto tasso di mortalità, che in Europa è di circa 30 casi ogni 100.000 pazienti, […]

Asma: l’abuso dei β2 agonisti si accompagna a un aumento di esacerbazioni e mortalità

L’abuso dei β2 agonisti a breve durata d’azione si associa a un aumento del rischio di esacerbazione della malattia e della mortalità. Questi i risultati di un recente studio, pubblicato con libero accesso sullo European Respiratory Journal, che sottolinea l’importanza di uno stretto monitoraggio del consumo di questi farmaci, per migliorare la gestione della malattia […]

Coronavirus: nuovi dati sui tempi di incubazione e sulla diffusione della malattia

Si susseguono ormai sempre più frequentemente studi scientifici che riguardano il Coronavirus (2019-nCoV). Uno di questi, pubblicato il 29 gennaio con libero accesso sul New England Journal of Medicine, ha presentato una raccolta di dati demografici, sulla cronologia delle esposizioni e i tempi della malattia in pazienti con infezione polmonare confermata. Coronavirus: uno studio su […]

Lo scompenso cardiaco si associa a un maggior rischio di tromboembolismo venoso nel lungo termine

I pazienti ospedalizzati per scompenso cardiaco hanno un rischio aumentato di sviluppare un evento tromboembolico venoso nel lungo termine. Sono queste in estrema sintesi le conclusioni di un recente studio pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology. La ricerca ha inoltre evidenziato come questo incremento del rischio sia indipendente dal tipo di scompenso […]

Il batterio che causa l’infarto: dalla parete dell’E.coli la sostanza che facilita la formazione dei trombi

I pazienti con infarto del miocardio ed elevazione del tratto ST presentano una maggiore permeabilità intestinale che permette il passaggio di un lipopolisaccaride batterico nella circolazione. Proprio questo componente potrebbe poi facilitare la formazione dei trombi coronarici e quindi l’evento ischemico. Sono queste le conclusioni di un recente studio, pubblicato sullo European Heart Journal. L’endotossina […]

Fibrillazione atriale: meno alcol si consuma, minori sono le recidive dell’aritmia

Poco più di due mesi fa vi avevamo presentato i risultati di uno studio che metteva in luce la relazione esistente tra comparsa di fibrillazione atriale e consumo di alcol. Arriva ora, sulle pagine del New England Journal of Medicine una nuova ricerca che evidenzia come l’astinenza dall’alcol sia in grado di ridurre le recidive […]

Influenza: oseltamivir può anticipare fino a tre giorni la guarigione

Da molti anni si susseguono studi clinici che cercano di dimostrare l’efficacia dei farmaci antivirali per il trattamento dell’influenza. Purtroppo però, nonostante emergano aspetti positivi sulla loro efficacia clinica, gli effetti collaterali sono spesso così marcati da non renderne giustificato il loro uso. Un nuovo studio, pubblicato recentemente sulla rivista The Lancet, sembra riaprire il […]

Extrasistoli ventricolari: la risonanza magnetica cardiaca aiuta a stabilirne la prognosi

Le extrasistoli ventricolari sono aritmie di frequente riscontro nella popolazione, ma la loro reale rilevanza clinica pone sempre molti dubbi. Un recente studio, pubblicato sulla rivista JACC: Clinical Electrophysiology, ha evidenziato come la risonanza magnetica cardiaca sia in grado di identificare anomalie del miocardio altrimenti nascoste e prevedere quali sono i pazienti a rischio di […]