Home Macchine & Motori MINI Motorsport conquista i due gradini più alti del podio nella Baja...

MINI Motorsport conquista i due gradini più alti del podio nella Baja ungherese

249
0

La quindicesima edizione della Baja ungherese si è conclusa con una doppia celebrazione per la MINI Motorsport e il partner di motorsport X-raid, con le due MINI Rally di John Cooper Works piazzate al primo e al secondo posto nella classifica generale.

Joan “Nani” Roma (ESP) e il copilota Alex Haro (ESP) hanno brindato alla vittoria generale, grazie alle tre vittorie dello Special Stage e senza mai abbandonare le prime tre posizioni della classifica. Roma ha un altro motivo per sorridere: ha gareggiato in una Baja ungherese nel 2013 e ha vinto. Cinque anni dopo torna a vincere ancora!

adv

Roma e Haro non l’hanno fatto a modo loro. Sono stati spinti fino alla fine dalla crew della MINI Family di Jakub “Kuba” Przygonski (POL) e dal co-pilota Tom Colsoul (BEL). Infatti, è stata la giovane stella polacca ad aprire le marcature conquistando la vittoria nel Super Special Stage che ha dato il via a due giorni di gare.

Anche Przygonski e Colsoul si sono assicurati delle vittorie, ma il risultato finale è stato combattuto fino alle ultime fasi. Qui le distesi d’acqua hanno regalato a Przygonski quel tanto che bastava a consentire a Roma di vincere la vittoria per soli 16 secondi. Nonostante il secondo posto, Przygonski lascia l’Ungheria con molti punti, necessari per mantenere la sua leadership nella Coppa del Mondo di Rally Cross Country 2018.

“È bello vincere qui e avere la sensazione di correre di nuovo in macchina. Kuba ha fatto un ottimo lavoro; è molto veloce e per noi è stato molto difficile fare le velocità di Baja dopo il Silk Way Rally, ma siamo felici. Il team ha fatto un super lavoro, ho fatto alcuni chilometri con Alex e la MINI John Cooper Works Rally ha funzionato molto bene, che è la cosa più importante. ” Ha affermato Joan “Nani” Roma.

Ma anche Jakub ‘Kuba’ Przygonski non si lamenta poi molto. “E ‘stata una gara piuttosto difficile con molti ostacoli d’acqua. Abbiamo lottato con Nani e lo abbiamo quasi battuto, il che è stato bello. Perché Nani è un pilota molto esperto con la vittoria di Dakar, è davvero bello avere la possibilità di competere con lui. La MINI John Cooper Works Rally è stata davvero buona. Nell’ultima fase abbiamo rischiato molto. Abbiamo avuto alcuni specchi d’acqua davvero lunghi, quasi passando sull’acqua senza toccarla. I punti sono buoni, siamo felici e la prossima gara sarà la mia gara di casa, Baja Poland “.

 

 

Articolo precedenteLa morte improvvisa negli atleti: l’esperienza del Regno Unito
Articolo successivoQuali sono i microbi che raccogliamo sulle mani, viaggiando sui mezzi pubblici?
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui