Home Macchine & Motori Le novità tecnologiche della gamma full-size di Audi

Le novità tecnologiche della gamma full-size di Audi

491
0
Audi A8, Audi A7, Audi A6 and Audi Q8 – a family with different characters

La nuova Audi Q8 è un grande coupé SUV a quattro porte dal consueto design. Insieme all’Audi A8, all’Audi A7 Sportback e all’Audi A6, costituisce la nuova classe full-size del marchio.

Audi Q8: nuovo coupé SUV

Con l’introduzione sul mercato, i clienti possono ora provare la nuova Audi Q8 presso i concessionari Audi. Il coupé a quattro porte è il modello top di gamma tra i SUV e l’ultimo membro di Audi nella classe full-size. Il marchio premium ha rinnovato le linee di modelli A8, A7 e A6 nell’arco di un anno e ha incoronato il suo portafoglio di SUV con un nuovo modello di punta, l’Audi Q8. Indipendentemente dal fatto che si tratti di un coupé SUV, di una Gran Turismo o di una berlina commerciale, i nuovi modelli full-size combinano un DNA condiviso, sia in termini di design che di tecnologia.

adv

Tra le numerose innovazioni tecniche dell’ammiraglia vi sono il sistema operativo MMI touch response, l’elettrificazione con il sistema ibrido mite standard, i nuovi componenti delle sospensioni, la dinamica della trazione integrale e una serie di sistemi di assistenza alla guida.

Design caratteristico e cinque versioni individuali

Tutti i modelli full-size condividono i quattro blisters in comune: profili sagomati distintamente sopra i passaruota. Sono un ritorno al passato per l’Audi Ur-quattro e identificano la tecnologia della trazione quattro. La griglia Single Frame è più piatta e più ampia sui modelli A e sulla Q8, configurata come ottagono per fornire una maggiore differenziazione visiva.

L’A8 è il primo modello Audi della penna del capo design Marc Lichte e segna l’inizio del un nuovo linguaggio. Mentre A8 incarna l’eleganza, l’A7 con le sue ampie superfici e le linee muscolose e tese racchiude l’essenza del nuovo design, che il marchio premium ha portato all’attenzione del pubblico nel 2014 con la sua Audi prologue show car. La berlina A6 affascina con la sua eleganza tecnica, che esprime la vera competenza tecnica dei quattro anelli. È convincente con proporzioni ottimali e sbalzi brevi. A6 Avant combina forma e funzionalità con la sua linea lunga e piatta e il montante D altamente dinamico a basso profilo.

Le linee dell’illuminazione

Il design illuminotecnico della nuova classe full-size costituisce un’affascinante sintesi di design e tecnologia. Il sequenziamento della luce individuale sui fari anteriori e le luci posteriori sottolinea il carattere particolare del modello durante l’apertura e la chiusura del veicolo. Audi A8, A7 e Q8 presentano una striscia luminosa a tutta lunghezza sul retro. Con l’innovativo design dell’illuminazione, il marchio sottolinea il suo ruolo guida e rende la tecnologia letteralmente visibile.

Gli interni

Nell’abitacolo, guidatore e passeggeri possono aspettarsi un design interno innovato, caratterizzato da larghe strisce di rivestimento con un design a pannello nero. Il design interno orizzontale chiaro e semplice crea un generoso senso dello spazio. Mentre A8 e Q8 optano per una disposizione simmetrica del cruscotto, il cruscotto di A7 e A6 è inclinato verso il guidatore e l’interfaccia utente – circondata da clip in alluminio – si divide in singole “isole operative”. L’illuminazione interna configurabile individualmente, come il pacchetto di illuminazione contorno/ambientale con una scelta di 30 colori, sottolinea l’atmosfera futuristica lounge.

Concetto operativo digitale

La nuova classe full-size Audi si basa su una digitalizzazione coerente con il sistema operativo MMI touch response e combina forma e funzione. Invece di un gran numero di interruttori e pulsanti fisici, due schermi operativi centrali ad alta risoluzione sulla console centrale controllano quasi tutte le funzioni del veicolo. L’operazione è intuitiva, come su uno smartphone.

Il feedback tattile/acustico degli schermi fornisce un accesso affidabile alle funzioni anche durante gli spostamenti. Proprio come su uno smartphone, le icone operative possono essere spostate individualmente sugli schermi. Scorciatoie e pulsanti preferiti possono essere impostati in base alle preferenze personali. Questa esperienza utente digitale è completata dall’abitacolo virtuale Audi ad alta risoluzione. Il sistema di controllo vocale online comprende i comandi vocali naturali e può essere attivato comodamente tramite un pulsante del volante.

Ibrido leggero: 100% di elettrificazione

Per migliorare il comfort e l’efficienza, tutti i modelli sono dotati di serie con la tecnologia ibrida (MHEV, veicoli elettrici ibridi leggeri). Gli ingegneri Audi hanno collegato l’azionamento MHEV ai sensori del veicolo, garantendo così un controllo predittivo e anticipatorio insieme a una maggiore efficienza.

I motori a sei e otto cilindri usano un sistema MHEV a 48 V; le unità a quattro cilindri sono dotate di un sistema a 12V. Il cuore del sistema a 48V è un motorino di avviamento alternatore, che riavvia istantaneamente e dolcemente il motore a combustione. Allo stesso tempo, estende il sistema Start-Stop fino a 22 km/h. Tra i 55 ei 160 km/h i modelli full-size possono ridurre il consumo di carburante in modo efficiente con il motore a combustione spenta. La gestione dell’azionamento decide sulla strategia adatta. La batteria agli ioni di litio alloggiata nella parte posteriore immagazzina l’energia recuperata e la trasmette ai consumatori ausiliari come l’aria condizionata o la pompa dell’olio nella trasmissione. Nella guida reale, sono possibili risparmi di carburante fino a 0,7 litri.

Il sistema 12V MHEV nelle varianti a quattro cilindri nelle linee dei modelli A7 e A6 fornisce fino a 0,3 litri di consumo di carburante in meno. La compatta batteria agli ioni di litio è ospitata nella struttura anteriore dell’auto.

Sospensioni: la dinamica della trazione integrale per maggiore agilità e comfort

La dinamica della trazione integrale è disponibile per tutti i modelli. Gli ingegneri Audi combinano due diversi componenti. Da un lato, sterzo progressivo con rapporto di sterzata variabile, che combina un elevato livello di comfort di guida con un impulso di sterzata diretto. Dall’altro, lo sterzo dell’asse posteriore ruota le ruote fino a 5 gradi nella direzione opposta a velocità fino a 60 km/h, riducendo così il raggio di sterzata fino a 1,1 metri. Sopra i 60 km/h sterza nella stessa direzione delle ruote anteriori, migliorando così la rettilineità e la stabilità.

Le sospensioni pneumatiche adattive, disponibili come opzione nella A6, A7 e Q8, e di serie nella A8, aumentano il comfort di marcia. Per i conducenti con aspirazioni più dinamiche, Audi offre anche una sospensione sportiva, configurata come sospensioni pneumatiche sulla Q8. Gli ammortizzatori controllati come sospensione a tutto tondo sono disponibili come opzione per A6 e A7; vengono forniti di serie sulla Q8.

Per la A8 Berlina e la versione a passo lungo A8 L è disponibile una sistema di sospensione elettromeccanico completamente attivo che guida ciascuna ruota individualmente e si adatta alla strada secondo le necessità utilizzando la telecamera frontale integrata nel parabrezza. Ogni ruota ha un motore elettrico che è alimentato dall’impianto elettrico principale a 48 volt.I vari componenti delle sospensioni dallo sterzo dell’asse posteriore ai sistemi di controllo delle sospensioni vengono elaborati centralmente da un’unità di controllo, la piattaforma elettronica del telaio (ECP).

Sistemi di assistenza alla guida: maggiore comfort e sicurezza

Il controller centrale di assistenza al conducente (zFAS) utilizza fino a 15 sensori per calcolare un’immagine permanente dell’ambiente circostante. Questi includono quattro radar anteriori, un radar a lungo raggio e una fotocamera frontale, nonché vari sensori a ultrasuoni. L’innovazione principale è lo scanner laser, che aumenta ulteriormente la funzionalità dei vari sistemi di assistenza. I sensori sono configurati in modo ridondante per la massima affidabilità del sistema.

L’Audi A8 è la prima automobile sviluppata appositamente per la guida pilotata al livello 3 SAE. Il pilota automatico si occupa completamente della guida su un traffico lento fino a 60 km/h su strade e autostrade dove una barriera fisica separa le due carreggiate. Nella pianificazione degli esatti scenari di introduzione per il sistema di livello 3, Audi si sta muovendo in un’intensa interazione tra i risultati dei test e i requisiti che i legislatori e le autorità di approvazione stanno ora definendo per la guida automatizzata condizionale.

 

 

Articolo precedenteAumentano i comportamenti suicidari dopo trauma cranico
Articolo successivoControtendenza: aspettativa di vita stazionaria o in calo per Regno Unito e Stati Uniti
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui