La migrazione dell’uomo preistorico fuori dall’Africa: nuovi riscontri in India

L’occupazione umana moderna dell’India settentrionale ha attraversato un periodo in cui si è verificata la super-eruzione del Monte Toba, circa 74.000 anni fa. L’articolo, pubblicato recentemente sulla rivista Nature Communications, riporta la scoperta di strumenti in pietra da un sito localizzato nella valle del fiume Son, il che indica che è stato continuamente occupato negli ultimi 80.000 anni. I risultati forniscono spunti interessanti per comprendere la dispersione verso est della nostra specie, fuori dall’Africa.

La migrazione umana fuori dall’Africa

Si sostiene che l’eruzione del Monte Toba a Sumatra, in Indonesia, abbia causato un prolungato inverno vulcanico che ha interrotto la migrazione umana fuori dall’Africa e la colonizzazione dell’Australasia. L’effetto sulle popolazioni umane di questo evento catastrofico è stato discusso in varie ricerche, ma le prove archeologiche provenienti da regioni chiave, come l’India, erano finora limitate.

In questo nuovo studio, Chris Clarkson e colleghi riportano una vasta collezione di manufatti in pietra provenienti da scavi archeologici realizzati a Dhaba nella Middle River River Valley, in India.

Strumenti di pietra creati dalla silice

I ricercatori hanno scoperto che gli strumenti di circa 80.000 anni fa rinvenuti nel sito di scavo consistevano in un assemblaggio di strumenti di pietra creati dalla silice con la tecnica di Levallois, fino a circa 48.000 anni fa, quando ci fu un passaggio alla tecnica microlitica.

La tecnica Levallois è un metodo di scheggiatura della pietra utilizzato nella preistoria, in particolare durante il Paleolitico medio. La tecnica microlitica prevede invece la produzione di strumenti di pietra più piccoli, in genere lunghi appena pochi centimetri.

La continuità nella documentazione archeologica suggerisce che le popolazioni locali sono state in grado di sopravvivere all’eruzione del Monte Toba.

Somiglianze riscontrate tra la tecnica di Levallois utilizzata per creare gli utensili a Dhaba con quella impiegata in Arabia tra 100.000 e 47.000 anni fa, e nell’Australia settentrionale 65.000 anni fa, suggeriscono un collegamento di queste regioni con una prima migrazione umana moderna fuori dall’Africa.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti + tredici =