Home Covid-19 COVID-19: gli individui vaccinati e poi infettati da Omicron sviluppano un’immunità contro...

COVID-19: gli individui vaccinati e poi infettati da Omicron sviluppano un’immunità contro altre varianti

128
0
Immagine del coronavirus
This media comes from the Centers for Disease Control and Prevention's Public Health Image Library (PHIL), with identification number #4814.

Secondo un nuovo studio l’infezione da Omicron negli individui non vaccinati non sembra fornire un’immunità efficace contro altre varianti di SARS-CoV-2 come la Delta. Tuttavia, gli individui vaccinati che sono stati successivamente infettati dalla variante Omicron hanno mostrato immunità contro altre varianti. La ricerca è stata pubblicate recentemente sulla rivista Nature.

La neutralizzazione contro le infezioni da WA1, Alpha, Beta, Delta e Omicron

Melanie Ott e colleghi hanno studiato le infezioni di tipo wild da SARS-CoV-2 (WA1), Delta e Omicron in un modello murino e riferiscono che l’infezione da Omicron era significativamente più lieve e ha generato una risposta immunitaria ridotta rispetto all’infezione da WA1 e Delta. Gli autori hanno raccolto sieri dai topi sette giorni dopo l’infezione e hanno testato la loro efficienza di neutralizzazione contro le infezioni da WA1, Alpha, Beta, Delta e Omicron.

adv

I sieri di topi infettati da Omicron hanno indotto la neutralizzazione solo contro Omicron. Al contrario, i sieri di topi con infezione da Delta hanno mostrato un’efficace neutralizzazione contro WA1, Alpha, Beta e Delta e una certa neutralizzazione contro Omicron. I sieri di topi con infezione da WA1 hanno mostrato una neutralizzazione efficace contro WA1 e Alpha e una certa neutralizzazione contro Beta e Delta. Questi risultati sono stati replicati nove giorni dopo l’infezione.

Gli autori hanno confermato che l’infezione da Omicron non fornisce una neutralizzazione efficace contro altre varianti di SARS-CoV-2 utilizzando sieri di dieci individui non vaccinati che si erano ripresi dall’infezione da Omicron. Come osservato nei topi, questi sieri hanno mostrato un’efficace neutralizzazione contro solo la variante Omicron.

Tuttavia, i sieri di individui vaccinati con infezione da Omicron o Delta confermata hanno mostrato un’efficace neutralizzazione contro tutte le varianti. Questi risultati suggeriscono che le infezioni di Omicron o Delta dopo la vaccinazione possono aumentare l’immunità esistente suscitando una specie di “immunità ibrida” contro tutte le varianti e fornendo un’ampia protezione contro le infezioni.

 

 

Articolo precedenteL’inquinamento ha causato nel 2019 nove milioni di morti nel mondo
Articolo successivoMemristor: un neurone artificiale che combina intelligenza artificiale e calcolo quantistico
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui