Home Macchine & Motori Nuovi concetti stilistici per una cabriolet di lusso: la Mercedes-Maybach 6

Nuovi concetti stilistici per una cabriolet di lusso: la Mercedes-Maybach 6

355
0
Luxuriöse Offenbarung - der Zweisitzer Vision Mercedes-Maybach 6 Cabriolet ist eine Hommage an die glorreiche automobile Haute Couture der handgefertigten, exklusiven Cabriolets. A revelation of luxury - the two-seater Vision Mercedes-Maybach 6 Cabriolet pays homage to the glorious "automotive haute couture" of hand-finished, exclusive Cabriolets.

Al meeting di quest’anno delle più belle carrozze classiche a Pebble Beach in California, Mercedes-Benz ha proposto una vettura molto interessante la Vision Mercedes-Maybach 6 Cabriolet.

Il modello a due posti rende omaggio alla gloriosa “haute couture” automobilistica di cabriolets finiti a mano ed esclusivi, reinterpretando i principi classici ed emotivi di disegno in modo stravagante e combinando bellezza intelligente con proporzioni classiche ed estetiche.

adv

La Vision Mercedes-Maybach 6 Cabriolet è progettata come un’auto elettrica. Il sistema di azionamento ha una potenza di 550 kW (750 CV). La batteria consente un’autonomia di oltre 500 chilometri a seconda del NEDC (oltre 200 miglia secondo l’EPA).

L’elegante cabriolet è destinato a fare il suo debutto alla Settimana dell’Automobile di Monterey, che si terrà sulla penisola di Monterey, in California, tra il 15 e il 20 agosto 2017.

“La Vision Mercedes-Maybach 6 Cabriolet porta il lusso moderno nei regni del massimo del lusso e rappresenta la perfetta incarnazione della nostra strategia di progettazione. Le proporzioni mozzafiato combinate con un lussuoso” haute couture “contribuiscono a creare un’esperienza unica”, spiega Gorden Wagener, Chief Design Officer di Daimler AG.

Misurando quasi sei metri di lunghezza, la vettura incorpora le classiche proporzioni del design art deco, con un cofano estremamente lungo e linee puristiche e fluide. Il corpo base curvo vanta un design sportivo e allungato, caratterizzato da potenti elementi strutturali in combinazione con la linea di taglio nitida.

Il forte contrasto tra la vernice blu scuro in metallico azzurro nautico e le luci cromate aumenta l’affascinante rapporto tra le aree chiaramente definite con ali organicamente sagomate e gli elementi di finitura cromati, che siedono in cima al bordo dell’ala come al centro del coperchio del bagagliaio, dove incorporano anche le luci di freno verticali. La griglia del radiatore poggia su due supporti a forma di aerodinamica sul lato esterno destro e sinistro del paraurti.

Il formato esteso e rotondo della coda di barca della parte posteriore richiama un yacht di lusso e le luci posteriori strette che sottolineano la larghezza del veicolo sono integrate nei suoi bordi esterni. Ulteriori caratteristiche distintive sul retro includono il diffusore con telaio in alluminio e le prese d’aria dietro le arcate della ruota.

Con l’interno lussuoso della Vision Mercedes-Maybach 6 Cabriolet, la casa tedesca dimostra una nuova sintesi di intelligenza e di emozione. I designer hanno combinato la tradizione unica del marchio con un’esperienza altamente tecnologica.

Oltre ai contorni scorrevoli, la composizione del materiale produce un’esperienza di lusso di alto livello. Anche qui, l’interazione dei contrasti è calda e fredda. Il marchio è caratterizzato da materiali e colori autentici, come ad esempio l’oro rosa sugli elementi di rivestimento o le superfici che entrano in contatto con la pelle, con una sontuosa finitura in cuoio bianco nappa con trapunte.

Nel caso della Mercedes-Maybach 6 Cabriolet Vision, questa tappezzeria tradizionale del sedile vanta un’interpretazione futuristica: ogni singolo pulsante del quilting raffigura una delicata stella Mercedes, illuminata in blu. Il pavimento in legno a poro aperto con l’alluminio intarsiato, sottolinea la sensazione di salotto e la connessione al yachting.

I classici quadranti sono posizionati in modo prominente. La combinazione di display digitali con aghi reali è in totale evoluzione. Utilizzando elementi “iperanalogici”, i progettisti rispondono alla necessità delle persone di sperimentare dati analogici in un mondo sempre più digitale.

Un altro punto culminante è il tunnel galleggiante e trasparente, che visualizza il flusso di energia elettrica del sistema di azionamento per i passeggeri mediante fibra blu. Le funzioni principali di guida e informazioni relative alla posizione vengono visualizzati sul parabrezza tramite due display.

La vettura è progettata anticipare le esigenze dei passeggeri e fornire le informazioni e le soluzioni necessarie in tempo reale. L’esperienza utente combina anche il lusso con l’intelligenza. Oltre al controllo touch-only e alla navigazione intelligente legata al calendario appuntamenti, un altro esempio è la funzione Concierge, che consente di parlare con una portineria virtuale senza utilizzare comandi vocali predefiniti. L’ultima generazione di sensori biometrici registra lo stato d’animo e lo stato di salute dei passeggeri.

Grazie ai suoi quattro motori elettrici sincroni a magneti permanenti compatti, è dotata di trazione integrale. La batteria piatta si trova nel sottoscocca e fornisce ai motori un’energia in grado di fornire prestazioni tipiche di un’auto sportiva (accelerazione da 0-100 km / h in meno di quattro secondi, velocità massima regolata elettronicamente a 250 km / h). La funzione a carica rapida in soli cinque minuti è possibile caricare in modo sufficiente per raggiungere circa 100 chilometri di autonomia.

La produzione di questa vettura sarà limitata a 300 esemplari.

 

Articolo precedenteUn dilatatore meccanico del seno carotideo per l’ipertensione arteriosa resistente
Articolo successivoElevato ed ancora in crescita l’impatto a livello mondiale di BPCO e asma
franco.folino
Franco Folino è un medico chirurgo, specialista in cardiologia, e un giornalista. Ha iniziato a lavorare come cronista alla fine degli anni settanta, scrivendo articoli per diverse riviste italiane di sport motoristici, e in seguito anche in media televisivi privati, estendendo il suo interesse in altri campi dell’informazione. Ha pubblicato differenti articoli scientifici ed editoriali su prestigiose riviste internazionali. Ha contribuito alla nascita di Newence, diventandone il direttore responsabile dal marzo del 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui