Home Attualità Banda larga e fibra ottica: cresce rapidamente la diffusione nei paesi OCSE,...

Banda larga e fibra ottica: cresce rapidamente la diffusione nei paesi OCSE, e anche in Italia

394
0

Gli abbonamenti Internet mobile ad alta velocità sono cresciuti di 80 milioni, pari al 6,1%, nell’anno, fino a dicembre 2017, portando la penetrazione della banda larga mobile a oltre il 102% nell’area OCSE, secondo un aggiornamento del portale della banda larga dell’organizzazione, che ora copre 37 paesi, tra cui Colombia e Lituania.

A dicembre 2017 c’erano 1.377 miliardi di abbonamenti a banda larga mobile su una popolazione di 1.344 miliardi di persone, equivalenti a 102.4 abbonamenti ogni 100 persone. La crescita più rapida è stata registrata in Grecia (24%), seguita da Cile (23,4%), Polonia (19%) e Belgio (15%). I paesi con la più alta penetrazione della banda larga mobile sono stati Giappone, Finlandia, Estonia e Stati Uniti.

adv

L’utilizzo dei dati mobili è cresciuto rapidamente, più che raddoppiando nei 12 mesi fino alla fine di dicembre 2017 per i 32 paesi per i quali erano disponibili i dati. Per quei paesi (i 37 paesi dell’OCSE escludono Cile, Israele, Polonia, Spagna e Stati Uniti) gli utenti di Internet mobile hanno scaricato una media di 2,8 GB di dati al mese per abbonamento nel 2017 rispetto ai 1,3 GB del 2016. I principali paesi per utilizzo dei dati sono stati Finlandia (15,5 GB), Austria (11,2 GB), Estonia (7,2 GB) e Lettonia (6,7 ​​GB).

Gli abbonamenti alla banda larga su rete fissa nei paesi OCSE ammontavano a 408 milioni a dicembre 2017, rispetto ai 393 milioni dell’anno precedente, con una media di 30,4 abbonamenti ogni 100 abitanti. La Svizzera ha guidato il gruppo, con un tasso di penetrazione di 46,8 abbonamenti ogni 100 persone, seguito da Danimarca (42,9%), Francia (42,8%), Paesi Bassi (42,1%) e Corea (41,2%).

L’ADSL rimane la tecnologia prevalente, costituendo il 41% degli abbonamenti a banda larga fissa, ma continua a essere gradualmente sostituita dalla fibra. La fibra ora rappresenta il 23,3% degli abbonamenti dopo un salto del 15% negli abbonamenti nell’anno fino a dicembre 2017.

Turchia, Australia, Colombia e Italia hanno mostrato la maggiore crescita anno su anno della penetrazione della banda larga fissa, con tassi di crescita rispettivamente del 13,6%, 7,4%, 6,9% e 6,6%. Nuova Zelanda, Australia e Islanda hanno continuato a espandersi nella banda larga fissa, con un notevole aumento degli abbonamenti wireless fissi nell’anno, rispettivamente del 129%, 95% e 63%.

La rete fissa è un modo economico per connettersi a Internet nelle aree rurali o remote, e gran parte di questa crescita è stata dovuta a persone che hanno effettuato la prima connessione a banda larga o sono passati dalla ADSL, in particolare laddove le connessioni in fibra non erano disponibili. Nel frattempo, l’Irlanda e la Colombia hanno registrato la più alta crescita della fibra con un aumento del 420% e del 168% nell’anno.

I dati sulle comunicazioni machine-to-machine (M2M), ad esempio per i veicoli connessi a Internet, mostrano che Svezia, Nuova Zelanda, Norvegia e Stati Uniti rimangono i leader nel numero di schede SIM M2M in uso ogni 100 persone, con l’avvertenza che tali dati non sono ancora del tutto comparabili in tutti i paesi. La Svezia conta 114 SIM M2M per 100 abitanti – un livello molto più alto rispetto alla maggior parte dei Paesi dell’OCSE in parte perché l’uso di queste carte SIM in altri paesi era gestito da un operatore svedese. Nel complesso, gli abbonamenti cellulari M2M / embedded sono cresciuti di oltre il 36% nell’ultimo anno.

 

 

Articolo precedenteBoston Scientific acquisisce Cryterion Medical per potenziare il settore dell’ablazione transcatetere
Articolo successivoLa paura dell’altezza si combatte con la realtà virtuale
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui