Home Macchine & Motori BMW prepara l’auto a guida autonoma per la Cina

BMW prepara l’auto a guida autonoma per la Cina

261
0

Baidu, Inc. e il BMW Group hanno annunciato nei giorni scorsi di aver siglato un Memorandum of Understanding, in base al quale il BMW Group si unirà ad Apollo, la piattaforma di guida autonoma aperta di Baidu, come membro del consiglio di amministrazione. La partnership è stata ufficializzata durante la visita in Germania del premier Li Keqiang in Germania il 10 luglio scorso, per incontrare la cancelliera tedesca Angela Merkel. Il memorandum segna l’inizio di una nuova partnership sulla guida autonoma tra il BMW Group e Baidu. Le due aziende cercano di lavorare insieme per portare esperienze di mobilità sicure, convenienti e intelligenti per i consumatori in Cina.

“Il BMW Group e Baidu hanno una lunga storia di collaborazione per far progredire la tecnologia di guida autonoma e abbiamo mantenuto una forte relazione nel corso degli anni. BMW Group e Baidu hanno esplorato attivamente il settore dei veicoli intelligenti e sono ben allineati nella nostra visione per il futuro della guida autonoma”, ha dichiarato Ya-Qin Zhang, Presidente di Baidu. “Ci auguriamo che questa cooperazione approfondita porti i consumatori cinesi a sperimentare prodotti intelligenti e confortevoli. Il nostro obiettivo è accelerare lo sviluppo di tecnologie di guida autonoma in linea con il mercato cinese”, ha aggiunto.

adv

Klaus Fröhlich, membro del consiglio di amministrazione di BMW AG per lo sviluppo, ha dichiarato: “I forti legami tra leader automobilistico e tecnico sono la nostra chiave per il successo nella maratona verso la guida autonoma. Cerchiamo standard di tecnologia coerenti a livello globale per superare le discrepanze regionali odierne relative alla velocità di implementazione e al quadro normativo. Con la collaborazione di BMW Group e Baidu, possiamo accelerare significativamente l’allineamento di requisiti specifici e approcci tecnologici per trasformare la visione di una guida autonoma in realtà per i clienti cinesi molto presto”.

Il BMW Group sta sviluppando una piattaforma di guida autonoma con soluzioni tecnologiche per il livello 3 fino al livello 4/5 (guida altamente automatizzata), nonché per sistemi avanzati di assistenza alla guida (livello 2). Questa soluzione di guida autonoma è stata sviluppata con la tecnologia e partner OEM che contribuiscono con conoscenze, risorse e risorse di proprietà intellettuale.

Apollo è una piattaforma aperta che offre una soluzione completa, sicura e affidabile che supporta tutte le principali caratteristiche e funzioni di un veicolo autonomo. Dal suo lancio nel luglio 2017, Apollo ha riunito 118 partner globali nei settori automobilistico e tecnologico. Il successo di Apollo si basa sul suo impegno a consentire a sviluppatori e partner di accelerare il ritmo dell’innovazione aprendo capacità e condividendo risorse.

 

Articolo precedenteElastografia: un metodo non invasivo e affidabile per valutare la fibrosi epatica
Articolo successivoUn Master per capire e utilizzare la statistica nelle scienze biomediche: cinque proposte formative dell’Università di Padova
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui