Un ritmo molto variabile

Questo tracciato Holter evidenzia un ritmo che varia in frequenza e per morfologia del QRS. L’onda P non è sempre identificabile.

Da dove origina il ritmo?

Rispondi a questa domanda, descrivendo l’aritmia presente e i suoi meccanismi, utilizzando modulo di commento sottostante.

Se avete qualche tracciato aritmico che volete discutere con esperti ed altri utenti di Newence, inviate un’immagine in formato jpeg o PDF a redazione@newence.com. I più interessanti verranno selezionati per la pubblicazione.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − nove =