Porsche per i rally: la Cayman GT4 Clubsport

Per Porsche l’ingresso di un concept studio per la categoria FIA R-GT, basata su una produzione ridotta di auto da corsa per il circuito GT, è un test critico in condizioni reali. Se questo si trasformerà in un progetto per il mondo dei rally, per i clienti con un veicolo simile, sarà deciso in una fase successiva.

Alla guida del veicolo c’è il collaudatore della Porsche Romain Dumas (Francia), considerato uno dei migliori all-rounder nel panorama delle corse automobilistiche. Negli ultimi dodici anni, il vincitore di Le Mans ha partecipato con la propria squadra ai raduni di tutto il mondo. Dumas ha anche vinto il leggendario Pikes Peak hill-climb quattro volte e detiene il record del percoso. I piloti ufficiali Richard Lietz (Austria) e Timo Bernhard (Germania), sono anche conduttori esperti di rally e sono stati coinvolti nel programma di test con la concept car Cayman GT4 Clubsport.

La Porsche Cayman GT4 Clubsport

La Porsche Cayman GT4 Clubsport, è stata oggetto di campagne a livello mondiale dalla stagione 2016, ed è alimentata da un motore sei cilindri da 3,8 litri che eroga una potenza di 283 kW (385 CV). Il motore, montato a metà della vettura, guida le ruote posteriori. Il veicolo è dotato di cambio a doppia frizione Porsche (PDK) con paddle sul volante. Per i rally, è stata installata la protezione sottoscocca completa. Nelle porte è stato montato un elemento di schiuma, com’è solito nelle auto WRC, che assorbe l’energia.

“Non vediamo l’ora di vedere come il mondo del rally risponda al nostro studio di concept FIA R-GT”, afferma Frank-Steffen Walliser, Vice President Motorsport e GT Cars. “Vorrei invitare ogni conducente e capo squadra interessato a visitare il parco assistenza e dare un’occhiata da vicino alla nostra concept car da rally. Sulla base del feedback e dell’interesse da parte dei potenziali clienti, decideremo entro la fine dell’anno se svilupperemo a medio termine, un’auto da competizione per rally basato su un futuro modello Porsche.”

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − 10 =