Home Cardiologia Nei pazienti con malattia respiratoria cronica, il diabete è un fattore predittivo...

Nei pazienti con malattia respiratoria cronica, il diabete è un fattore predittivo per l’ipertensione polmonare

403
0

L’ipertensione polmonare è una complicanza comune della malattia respiratoria cronica, probabilmente a causa dell’elevata prevalenza della malattia polmonare ostruttiva cronica.

In questi pazienti l’ipertensione polmonare è principalmente dovuta all’ipossia alveolare, che porta al rimodellamento della vascolarizzazione polmonare distale e di conseguenza ad un aumento delle resistenze polmonari. Dal punto di vista clinico non è però così grave come l’ipertensione polmonare idiopatica.

adv

Quando i pazienti vengono osservati durante un periodo stabile della malattia, la pressione arteriosa polmonare media è di solito moderatamente aumentata, attorno ai 20-35mmHg. Ci sono, tuttavia, casi più gravi di ipertensione polmonare, ma questi non sono comuni.

Studi recenti hanno indicato il diabete mellito come potenziale fattore prognostico, per lo sviluppo di ipertensione polmonare, in pazienti con malattia respiratoria cronica, compresa la broncopneumopatia cronica ostruttiva o la polmonite interstiziale.

Lo studio

Il più recente di questi, pubblicato sulla rivista PLoS ONE, ha cercato di confermare se il diabete mellito sia un fattore predittivo di ipertensione polmonare in pazienti con malattia respiratoria cronica.

I ricercatori, della Fukushima Medical University, in Giappone, hanno analizzato in modo prospettico 386 pazienti con malattia respiratoria cronica. La presenza di ipertensione polmonare è stata definita dal rilevamento, all’ecocardiogramma, di un gradiente di pressione tra l’atrio destro e il ventricolo destro ≥40 mmHg.

La dispnea è stata valutata con la scala modificata del Medical Research Council.

Tra i pazienti valutati, l’ipertensione polmonare è stata rilevata nell’11% dei casi. Questo gruppo di soggetti, rispetto a quelli senza ipertensione polmonare, aveva un maggiore dispnea e un maggior tasso di complicanze correlabili al diabete mellito. Al contrario, non presentavano tassi più elevati di ipertensione arteriosa e dislipidemia.

L’analisi dei dati ha inoltre rilevato come il punteggio ottenuto nella scala del Medical Research Council e la presenza del diabete mellito erano associati alla diagnosi di ipertensione polmonare, con un odds ratio rispettivamente di 1,70 e 2,93.

Un fattore di rischio indipendente

Nonostante il piccolo numero di soggetti studiati, questo studio sembra quindi indicare come la presenza di un diabete mellito, in pazienti con malattia respiratoria cronica, possa essere un fattore predittivo indipendente per lo sviluppo di una ipertensione polmonare.

Questo ed altri studi sull’argomento sembrano quindi confermare un legame tra le due malattie, ma i meccanismi che sono stati proposti per spiegare questa associazione sono ancora ben lontani dall’essere confermati.

 

Franco Folino

 

Tomoko Takahashi, et al. Associations between diabetes mellitus and pulmonary hypertension in chronic respiratory disease patients. PLoS ONE, Published: October 9, 2018.

 

Articolo precedenteLeucemia mieloide acuta: nuove prospettive per il trattamento
Articolo successivoScoperti in Indonesia i disegni rupestri più antichi del mondo
franco.folino
Franco Folino è un medico chirurgo, specialista in cardiologia, e un giornalista. Ha iniziato a lavorare come cronista alla fine degli anni settanta, scrivendo articoli per diverse riviste italiane di sport motoristici, e in seguito anche in media televisivi privati, estendendo il suo interesse in altri campi dell’informazione. Ha pubblicato differenti articoli scientifici ed editoriali su prestigiose riviste internazionali. Ha contribuito alla nascita di Newence, diventandone il direttore responsabile dal marzo del 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui