Pronti al lancio i satelliti che misureranno con precisione il livello del mare

I registri mostrano che il livello del mare è in costante aumento e che questo incremento ha accelerato negli ultimi anni. Misurare l’altezza della superficie del mare è essenziale per monitorare questa tendenza preoccupante e la missione Copernicus Sentinel-6 è sulla buona strada proprio per questo compito.

La missione sarà costituita da una costellazione di due satelliti identici che verranno lanciati in sequenza.

I satelliti Copernicus Sentinel

Nel prossimo decennio, i satelliti Copernicus Sentinel-6A e Sentinel-6B assumeranno il ruolo di missioni di riferimento, assumendo il compito di continuare la registrazione a lungo termine delle misurazioni dell’altezza della superficie del mare che sono state finora fornite dalle missioni franco-americane Topex-Poseidon e Jason.

I satelliti Copernicus Sentinel-6 porteranno ciascuno un altimetro radar, che funziona misurando il tempo impiegato dagli impulsi radar per raggiungere la superficie terrestre e tornare al satellite. Combinati con dati di localizzazione satellitari precisi, le misure dell’altimetria forniscono l’altezza della superficie del mare.

Con Copernicus Sentinel-6A programmato per il decollo alla fine del prossimo anno, il satellite è attualmente equipaggiato con i suoi strumenti di misura, che includono anche un radiometro a microonde avanzato presso gli stabilimenti di Airbus a Friedrichshafen, in Germania.

Il radiometro valuterà la quantità di vapore acqueo nell’atmosfera, che influenza la velocità degli impulsi radar dell’altimetro. Anche se è una delle missioni satellitari dell’Unione Europea, che forniscono tutte una grande quantità di informazioni per numerosi servizi ambientali, Copernicus Sentinel-6 è stato realizzato grazie alla cooperazione tra ESA, NASA, NOAA ed Eumetsat.

Come parte di questa cooperazione internazionale, il radiometro Copernicus Sentinel-6 è stato fornito dalla NASA.

Monitorare i cambiamenti nel livello del mare

Gli scienziati delle missioni di Copernicus Sentinel-6 dell’ESA, Craig Donlon, hanno dichiarato: “Il radiometro a microonde avanzato è stato progettato per garantire che le misurazioni di Copernicus Sentinel-6 siano della massima qualità per monitorare i cambiamenti nel livello globale del mare e garantire un registro completo del livello del mare per i prossimi decenni.”

Pierrik Vuilleumeir, responsabile del progetto Copernicus Sentinel-6 dell’ESA, ha aggiunto: “Siamo molto contenti dei progressi finora raggiunti e, di fatto, entrambi i satelliti sono stati costruiti in parallelo.

“Attendiamo ora il prossimo passo, che sarà quello di completare il satellite con l’altimetro e gli strumenti di determinazione dell’orbita precisa.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 4 =