Gravidanza in donne con il lupus: migliora la mortalità materna

La gravidanza per i pazienti con lupus è stata a lungo considerata ad alto rischio e associata a complicanze sia mediche che ostetriche. I risultati clinici sono però migliorati negli ultimi 2 decenni e continuano a migliorare. L’ampio declino della mortalità materna in ospedale è stato maggiore per le gravidanze lupus rispetto alle gravidanze non lupus. I risultati di uno studio di coorte retrospettivo su questo argomento sono stati pubblicati recentemente su Annals of Internal Medicine.

Il lupus eritematoso sistemico

Il lupus è una malattia autoimmune sistemica che può interessare diversi organi e tessuti del corpo. Tra questi, bersagli privilegiati sono il cuore, le articolazioni, la pelle, i polmoni, l’endotelio vascolare, il fegato, reni e il sistema nervoso. Colpisce prevalentemente le donne in età fertile e richiede un’attenta gestione durante la gravidanza.

Le complicazioni materne e fetali tra le donne in gravidanza con lupus

I ricercatori dell’Ospedale per Chirurgia speciale, Mount Sinai e Weill Cornell Medicine hanno studiato un database nazionale di ricoveri registrati per donne incinte adulte con e senza lupus per valutare tendenze e disparità a livello nazionale nelle complicazioni materne e fetali tra le donne in gravidanza con lupus.

Hanno evidenziato come i pazienti con lupus avevano avuto un miglioramento nettamente maggiore rispetto a quelli senza lupus nella mortalità materna in ospedale, da un tasso di 34 volte superiore nel periodo 1998-2000 a meno di 5 volte più elevato nel periodo 2013-2015. La diminuzione della mortalità tra le donne con il lupus era di gran lunga maggiore di quelli senza lupus, tuttavia il tasso di mortalità tra le donne incinte con lupus era ancora più alto di quello per le donne senza lupus.

I tassi di mortalità fetale per i pazienti con lupus sono diminuiti, ma la diminuzione non ha raggiunto la significatività statistica. I risultati nelle donne con lupus in tutte le misure stanno migliorando più velocemente rispetto a quelli nelle donne senza lupus.

Secondo gli autori dello studio, questi risultati suggeriscono che i miglioramenti della gravidanza di donne con lupus negli ultimi 18 anni sono significativi.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − quindici =