Home Ambiente Come gli eventi meteorologici estremi possono distruggerei i nostri sistemi di produzione...

Come gli eventi meteorologici estremi possono distruggerei i nostri sistemi di produzione energetica

425
0

Il potenziale per lo sviluppo di eventi meteorologici estremi, in grado di potrebbero danneggiare i sistemi energetici, è esaminato in sei articoli di commento e un documento di ricerca pubblicati nei giorni scorsi sulla rivista Nature Energy. Il Focus esplora come studiare l’impatto degli eventi estremi correlati ai cambiamenti climatici, in diverse discipline della scienza energetica.

Cambiamenti climatici ed eventi meteorologici estremi

Il cambiamento climatico è un fenomeno a lungo termine ed è stato per lo più modellato e studiato come tale. Tuttavia, gli esseri umani tendono a sperimentare gli effetti acuti dei cambiamenti climatici attraverso eventi meteorologici estremi. Inoltre, molte componenti del nostro sistema energetico – dal finanziamento dell’energia ai sistemi legali – potrebbero non essere preparate agli eventi estremi e in alcuni casi potrebbero persino esacerbare il loro impatto.

adv

Gli eventi meteorologici estremi e i sistemi di approvvigionamento energetico

Gli eventi meteorologici estremi e le variazioni meteorologiche, indotti dai cambiamenti climatici, possono influire sia sulla domanda di energia, sia sulla resilienza dei sistemi di approvvigionamento energetico. Tuttavia, l’impatto potenziale specifico di eventi estremi sui sistemi energetici è stato difficile da quantificare a causa dell’imprevedibilità dell’intensità, della tempistica e della posizione di eventi meteorologici estremi futuri. In un documento di ricerca, A.T.D. Perera e colleghi presentano un metodo per modellare separatamente la domanda di energia per le variazioni di temperatura medie ed estreme dai modelli climatici.

Eventi climatici estremi e carenza di energia fisica

L’effetto degli eventi estremi è esacerbato dagli effetti di gregge in finanza, quando vengono negate infusioni di capitale e assicurazioni alle imprese energetiche vulnerabili a questi rischi climatici, portando così potenzialmente a carenze di energia fisica.

Allo stesso tempo, l’energia rinnovabile potrebbe non raggiungere il tipo di crescita super esponenziale necessaria per sostituire gli investimenti ridotti nei combustibili fossili. Nel suo commento, Amy Jaffe esplora i rischi di questi fenomeni e fornisce suggerimenti su come evitarlo.

Un editoriale di accompagnamento afferma che “La contabilizzazione e la formalizzazione dell’impatto degli estremi è significativa non solo perché sono gli estremi che ci distruggeranno, ma perché gli estremi colpiscono prima e in modo più devastante i più vulnerabili “. Questa raccolta, che comprende anche altri cinque commenti, esamina ciò che rimaneva sconosciuto riguardo agli eventi estremi e i nostri sistemi energetici e cosa si può fare al riguardo.

 

Articolo precedenteIl metotrexato: trattamento nel complesso sicuro, ma attenzione ai tumori della pelle
Articolo successivoCardiologia: meno donne negli studi clinici, nelle redazioni dei giornali scientifici e nelle scuole di specialità
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui