Dalla finzione alla realtà: colpire un asteroide per farne deviare la traiettoria (Video)

Hera è il contributo dell’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea, al primo esperimento di difesa planetaria dell’umanità. Le sue osservazioni ravvicinate al sistema di asteroidi Didymos, una coppia di asteroidi che viaggiano insieme nello spazio, uno più piccolo dell’altro, ci aiuteranno a dimostrare se con un impatto sulla superficie di uno di loro siamo in grado di deviarne la sua traiettoria. Una strategia che sembra tratta da un film di fantascienza, ma che potrebbe essere utilizzata in futuro per far cambiare direzione a un asteroide in rotta di collisione con la Terra.

Il veicolo spaziale DART

Didymos è un tipico esempio delle migliaia di asteroidi che rappresentano un rischio di impatto per il nostro pianeta. Nel 2022, la NASA porterà il suo veicolo spaziale DART a collidere contro l’asteroide più piccolo del sistema Didymos. Il suo scopo è deviare la sua orbita attorno al suo asteroide genitore in modo misurabile.

Alla fine del 2024 verrà poi lanciata la sonda spaziale Hera, diretta a Didymos, per risolvere le principali incognite legate alla manovra di collisione. Hera mapperà il cratere da impatto lasciato da DART e misurerà la massa dell’asteroide. Queste informazioni sono la chiave per determinare la sua composizione e sapere con certezza se saremmo in grado di deviarlo.

Un esperimento di difesa planetaria

Oltre ad essere un esperimento di difesa planetaria, le osservazioni di Hera ci diranno molte altre informazioni generali sugli asteroidi. Poiché queste rocce spaziali sono resti del primo Sistema Solare, le osservazioni dovrebbero migliorare la nostra comprensione di come si è formato ed evoluto il sistema planetario in cui viviamo. Hera trasporterà inoltre due piccoli CubeSat, mini-satelliti che una volta lanciati dalla sonda madre voleranno molto più vicini alla superficie dell’asteroide, effettuando importanti studi scientifici, prima di atterrare.

Il breve filmato che trovate qui sotto, realizzato da ESA, vi spiega come si sono formati gli asteroidi del nostro Sistema Solare e vi porterà con Hera a visitare il sistema binario di asteroidi Didymos, rivelando così le tappe di questa nuova missione spaziale. Per rendere il video ancor più coinvolgente, la colonna sonora è stata affidata al chitarrista dei Queen Brian May.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 2 =