Home Gastroenterologia La resezione incompleta di un polipo intestinale può spesso causare recidive

La resezione incompleta di un polipo intestinale può spesso causare recidive

489
0
Identification and removal of a pedunculated colonic polyp at colonoscopy. Gilo1969.

Uno studio di coorte multicentrico ha scoperto che la rimozione incompleta del polipo, o la rimozione di un polipo quando si trovi tessuto neoplastico in una qualsiasi delle biopsie ai suoi margini, è un probabile contributo alla recidiva della neoplasia e al cancro del colon-retto a intervalli.

I risultati di questa ricerca, pubblicati sulla rivista Annals of Internal Medicine, evidenziano l’importanza critica della tecnica di resezione del polipo per migliorare la qualità della colonscopia.

La resezione incompleta del polipo

Si stima che la resezione incompleta del polipo rappresenti fino al 30% di tutti i tumori del colon-retto post-colonscopia. Il cancro è considerato il risultato di una resezione incompleta se si trova in un segmento del colon con un precedente polipo clinicamente significativo. Tuttavia, non esiste una definizione standard di un polipo clinicamente significativo e non ci sono dati sulla storia naturale dei polipi che sono stati rimossi in modo incompleto.

Per colmare questa lacuna, i ricercatori del VA Medical Center hanno studiato le cartelle cliniche di 233 partecipanti allo studio Complete Adenoma REsection (CARE) per esaminare il rischio di neoplasia metacrona dopo una documentata resezione incompleta del polipo.

Ai pazienti con una resezione incompleta del polipo, documentata sulle biopsie marginali, è stato raccomandato di sottoporsi a un esame di controllo entro 1 anno. A tutti gli altri pazienti sono state fornite raccomandazioni di sorveglianza basate sulle attuali linee guida.

Dei 233 partecipanti allo studio originale, 166 (71%) hanno effettuato almeno un esame di controllo. I ricercatori hanno scoperto che i segmenti incompleti, ovvero quelli con un precedente polipo rimosso in modo incompleto, avevano maggiori probabilità di avere una neoplasia metacrona rispetto ai segmenti completi (52% contro 23%) e anche più probabilità di ospitare neoplasie avanzate (18% contro 3%). Inoltre, la resezione incompleta era il fattore indipendente più forte associato alla neoplasia metacrona.

Secondo gli autori, questi risultati suggeriscono che è giustificato un ulteriore lavoro per migliorare la tecnica di polipectomia attraverso la formazione e il monitoraggio.

 

 

Articolo precedenteIl segreto della longevità nei microbi dell’intestino
Articolo successivoCOVID-19: quanto frequenti sono le miocarditi e le pericarditi post vaccinazione?
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

tredici + tredici =