Home Cardiologia L’associazione di fibrosi ed enfisema polmonare non fa aumentare il rischio di...

L’associazione di fibrosi ed enfisema polmonare non fa aumentare il rischio di ipertensione polmonare.

608
0
courtesy Prof Frank Gaillard

In una quota non indifferente di pazienti l’enfisema polmonare si associa a una fibrosi polmonare idiopatica. La combinazione di queste due malattie conferisce un sostanziale incremento del rischio di sviluppare un’ipertensione polmonare, rispetto alla sola fibrosi polmonare, ma non è chiaro quale sia l’importanza di ciascuna delle due componenti nel determinare l’incremento pressorio.

Un recente studio, pubblicato sulla rivista Respirology, ha voluto valutare, in pazienti con fibrosi polmonare idiopatica, con e senza enfisema, se la gravità combinata delle due malattie identificasse un fenotipo microvascolare ben preciso, con un effetto a livello dell’albero polmonare maggiore di quanto atteso in base alla somma delle due singole componenti.

adv

L’estensione dell’enfisema è stata quantificata con visivamente tomografia computerizzata, mentre quella della malattia interstiziale, sia visivamente sia con un software dedicato (CALIPER).

Entro tre mesi dalla valutazione basale è stato poi eseguito su 385 pazienti un ecocardiogramma e, sulla base di questa indagine, i pazienti sono stati classificati in due classi a seconda della probabilità di sviluppare un’ipertensione polmonare: probabilità aumentata e alta probabilità. Per fare questo sono stati considerati i valori di pressione ventricolare destra, volumetria delle cavità destre e funzione del ventricolo destro.

L’enfisema è stato identificato nel 44% dei pazienti, con un’estensione media del 12%.

Tra i pazienti con presenza combinata di enfisema e fibrosi interstiziale, la prevalenza di un’aumentata probabilità di ipertensione polmonare era del 31%, mentre la prevalenza di un’alta probabilità era del 23%.

La sopravvivenza a 12 mesi è stata del 60% in entrambe le coorti di pazienti. L’estensione totale della malattia valutata alla tomografia computerizzata, sia per i pazienti con fibrosi interstiziale idiopatica sia in quelli con enfisema, è stata in grado di predire la probabilità di sviluppare un’ipertensione polmonare.

La malattia combinata, enfisema e fibrosi idiopatica, non ha evidenziato un’associazione più forte con la probabilità di sviluppare un’ipertensione polmonare rispetto alla sola fibrosi interstiziale idiopatica.

I risultati di questo studio sembrano quindi indicare l’assenza di un potenziamento tra enfisema e fibrosi polmonare nel determinare lo sviluppo di ipertensione polmonare, escludendo la presenza di un fenotipo microvascolare maligno nei pazienti con patologie combinate.

 

Respirology

 

Joseph Jacob, et al. Likelihood of pulmonary hypertension in patients with idiopathic pulmonary fibrosis and emphysema. Respirology. 2017 Dec 13.

 

 

 

Articolo precedenteVolvo Ocean Race: il team Dongfeng ancora al comando della terza tappa
Articolo successivoIl Sole tra cinque miliardi di anni, nelle immagini di una gigante rossa nella costellazione della Gru
franco.folino
Franco Folino è un medico chirurgo, specialista in cardiologia, e un giornalista. Ha iniziato a lavorare come cronista alla fine degli anni settanta, scrivendo articoli per diverse riviste italiane di sport motoristici, e in seguito anche in media televisivi privati, estendendo il suo interesse in altri campi dell’informazione. Ha pubblicato differenti articoli scientifici ed editoriali su prestigiose riviste internazionali. Ha contribuito alla nascita di Newence, diventandone il direttore responsabile dal marzo del 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui