Cambiamenti climatici: siccità e vasti incendi in Svezia, visti dal satellite

Con l’Europa in preda a un’ondata di caldo e scarse precipitazioni, il terreno arido e la vegetazione secca stanno aprendo le porte allo sviluppo di vasti incendi. Gli incendi sono scoppiati fino al circolo polare artico, in Svezia. Queste immagini sono state ottenute dalle missioni Copernicus Sentinel-2 e Sentinel-3 ed evidenziano gli incendi che si sono sviluppati in questo paese.

La veduta più ampia, che si estende dalla costa occidentale della Norvegia alla Svezia centrale, è stata catturata da Sentinel-3 il 17 luglio 2018. Qui il fumo può essere visto fluttuare da diversi focolai di incendio. La visione ravvicinata è stata catturata lo stesso giorno da Sentinel-2. Qui si possono vedere chiaramente fiamme e fumo di due fuochi, insieme al fumo che si alza da altri incendi nelle vicinanze.

La Svezia vista dal satellite. Credit: ESA

Gli incendi hanno portato le autorità a evacuare alcuni villaggi e a chiedere l’aiuto ad altri paesi. Temperature record e siccità vengono attribuiti ai cambiamenti climatici in corso, che colpiscono ovviamente anche le latitudini più alte, trasformando il clima usuale di queste regioni.

Si registrano in questi giorni circa 50 incendi attivi che interessano la Svezia. Nei confronti con lo scorso anno, a luglio ci sono stati tre volte più incendi che si sono accesi.

Jonas Olsson dell’Istituto idrologico e meteorologico svedese ha riferito: “È molto, molto secco in gran parte della Svezia. I flussi nei fiumi e nei laghi sono eccezionalmente bassi, tranne che nella parte settentrionale del paese. Abbiamo carenza d’acqua. Le piogge sono state solo intorno a un settimo della quantità normale, il più basso da quando è iniziata la registrazione nel tardo 19 ° secolo.”

Mentre l’attenzione è chiaramente concentrata sul tentativo di estinguere questi fuochi, le missioni di Copernico Sentinel offrono uno sguardo dal cielo per identificare dove sono scoppiati gli incendi. Ciò è particolarmente utile nelle aree scarsamente popolate.

Sentinel-2 è dotato di una camera multispettrale ad alta risoluzione e Sentinel-3 è dotato di una serie di strumenti, tra cui uno strumento per raccogliere immagini terrestri e oceanografiche. Le missioni offrono viste complementari della Terra per aiutare a monitorare i cambiamenti ambientali e gli eventi occasionali, come questi incendi.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × due =