Home Malattie infettive Nuovi casi di Ebola nella Repubblica Democratica del Congo

Nuovi casi di Ebola nella Repubblica Democratica del Congo

191
0

Il governo della Repubblica Democratica del Congo ha annunciato oggi che i risultati preliminari di laboratorio indicano un gruppo di casi di virus Ebola nella provincia del Nord Kivu. L’annuncio è stato rilasciato poco più di una settimana dopo che il Ministero della Salute ha dichiarato la fine di un’epidemia nella provincia di Equateur (vedi articolo in altra parte del giornale) nella parte occidentale del paese, a circa 2.500 km dal Nord Kivu.

Il Ministero della Sanità della Repubblica Democratica del Congo ha informato l’OMS che quattro su sei campioni sono risultati positivi al virus Ebola presso l’Institut National de Recherche Biomédicale (INRB) di Kinshasa. Ulteriori test sono in corso.

adv

“L’ebola è una costante minaccia nella RDC”, ha affermato il dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’OMS. “Ciò che aumenta la nostra fiducia nella capacità di risposta del Paese è la trasparenza che hanno dimostrato ancora una volta. Lavorando a stretto contatto con il Ministero della Salute e i partner, combatteremo questo come abbiamo fatto l’ultimo. ”

Il governo è stato rapido a fornire aggiornamenti pubblici, con comunicati stampa il 30 luglio e il 1 ° agosto.

“Dal momento che stiamo uscendo da un’altra epidemia di Ebola, abbiamo tenuto in funzione personale e attrezzature”, ha affermato il dott. Matshidiso Moeti, direttore regionale dell’OMS per l’Africa. “Questo ci consente di avere un vantaggio in risposta a questo cluster.”

La maggior parte dei casi si trova nell’area della Mangina, a 30 chilometri dalla città di Beni. “Questo nuovo cluster si sta verificando in un ambiente molto diverso da quello in cui operiamo nel nord-ovest”, ha affermato il dott. Peter Salama, direttore generale dell’OMS, preparazione e risposta alle emergenze. “Questa è una zona di conflitto attiva. La principale barriera sarà l’accesso sicuro alla popolazione colpita. ”

Il Nord Kivu ospita oltre 1 milione di sfollati. La provincia confina con il Ruanda e l’Uganda con una grande quantità di movimenti transfrontalieri a causa delle attività commerciali. L’OMS continuerà a lavorare con i paesi vicini per garantire che le autorità sanitarie siano allertate e preparate a rispondere.

 

Articolo precedenteIl riociguat nell’ipertensione polmonare tromboembolica: una chance per i pazienti inoperabili
Articolo successivoLa tachicardia si interrompe con uno spray nasale
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui