Home Malattie infettive I farmaci per la malaria che si somministrano alle zanzariere

I farmaci per la malaria che si somministrano alle zanzariere

510
0
Anopheles gambiae mosquito. James D. Gathany

Gli sforzi per bloccare la trasmissione della malaria potrebbero essere potenziati trattando le zanzariere con farmaci antimalarici oltre agli insetticidi. Questa strategia, proposta in uno studio pubblicato online la scorsa settimana su Nature, potrebbe aiutare a controllare la malaria in aree con popolazioni di zanzare resistenti agli insetticidi.

Spruzzare l’insetticida sulle zanzariere

Uno dei metodi più efficaci per prevenire la diffusione della malaria è stato l’uso di zanzariere spruzzate con insetticida. Tuttavia, le zanzare anofele stanno diventando resistenti agli insetticidi e il rischio di diffusione della malaria è in aumento. Per questo si rendono necessarie nuove strategie per un controllo più efficace di questa malattia.

I farmaci per la malaria si possono spruzzare sulle zanzariere

Flaminia Catteruccia e colleghi dimostrano che l’esposizione delle zanzare di Anopheles gambiae agli inibitori del parassita, come l’atovaquone, un farmaco antimalarico già usato nell’uomo, blocca lo sviluppo e la trasmissione del parassita della malaria Plasmodium falciparum. Questo effetto si ottiene con basse dosi del farmaco e con tempi di esposizione di appena sei minuti, simili alla quantità del tempo che le zanzare riposano sulle zanzariere, durante la ricerca di un ospite.

L’atovaquone inibisce il normale funzionamento dei mitocondri nelle cellule di P. falciparum, uccidendo il parassita e prevenendo la trasmissione, senza però influenzare la sopravvivenza e la riproduzione delle zanzare. Secondo gli autori, effetti simili si osservano con altri farmaci che agiscono sullo stesso bersaglio dell’atomoquone, il che suggerisce che la funzione mitocondriale del parassita è un buon bersaglio per arrestare il P. falciparum nelle zanzare.

Un metodo per superare la resistenza agli insetticidi

Gli autori forniscono un modello di previsione che presenta l’effetto esercitato dalle misure proposte sulla dinamica di trasmissione della malaria. Essi prevedono che l’inclusione degli inibitori di P. falciparum sulle zanzariere potrebbe mitigare sostanzialmente l’impatto sulla salute globale della resistenza agli insetticidi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui