La malattia microvascolare è associata ad un più alto rischio di amputazione della gamba

Secondo una nuova ricerca pubblicata in questi giorni sulla rivista Circulation, la malattia microvascolare è indipendentemente associata ad un più alto rischio di amputazione della gamba.

Lo studio, finanziato dalla rete di ricerca dell’American Heart Association in Vascular Disease e dal U.S. Department of Veterans Affairs, ha esaminato il rischio di amputazione tra le persone con malattia microvascolare o arteriopatia periferica e in soggetti che presentavano sia la malattia microvascolare, sia l’arteriopatia periferica (PAD).

I ricercatori hanno utilizzato i dati del Veterans Aging Cohort Study, che comprendeva oltre 125.000 veterani che non avevano subito amputazioni all’inizio dello studio.

Un aumento del rischio di amputazione

Nel corso di un follow-up medio di 9 anni i pazienti con malattia microvascolare ha avuto un rischio aumentato di 3,7 volte di amputazione degli arti inferiori e hanno subito il 18% di tutte le amputazioni durante lo studio. Inoltre, i pazienti con PAD hanno evidenziato un rischio aumentato di 13,9 volte di amputazione degli arti inferiori e hanno sofferto del 22% di tutte le amputazioni.

Infine, i pazienti che presentavano sia la malattia microvascolare, sia la PAD, hanno avuto un aumento di 23 volte nel rischio di amputazione degli arti inferiori, che ha corrisposto al 45% di tutte le amputazioni eseguite.

Arteriopatia periferica e malattia microvascolare

L’arteriopatia periferica colpisce con lesioni aterosclerotiche i principali tronchi arteriosi al di fuori del cuore, con una localizzazione privilegiata a livello delle carotidi e delle arterie degli arti inferiori.

I sintomi iniziali della malattia sono rappresentati da crampi, dolore o stanchezza ai muscoli delle gambe mentre si cammina o si salgono le scale. Nei casi più gravi, fortunatamente piuttosto rati ai giorni nostri, può portare alla cancrena e alla necessità di amputare gli arti.

Nella malattia microvascolare sono i piccoli vasi arteriosi che portano il sangue ai muscoli e ad altri tessuti in tutto il corpo ad essere colpiti. La malattia viene comunemente diagnosticata negli occhi (retinopatia) o nel rene (nefropatia), ma secondo gli autori di questo nuovo studio rappresenta un marker di disfunzione microvascolare in tutto il corpo.

La malattia microvascolare è una malattia sistemica?

“Questo studio fa avanzare l’idea che la malattia microvascolare sia una malattia sistemica piuttosto che interessare solo una parte del corpo”, ha detto Joshua A. Beckman, autore principale dello studio e professore di medicina e direttore del Vascular Medicine presso il Centro medico universitario Vanderbilt a Nashville, in Tennessee.

“L’arteriopatia periferica che colpisce le gambe è stata a lungo considerata un segno che suggeriva la presenza di lesioni anche alle arterie che portano il sangue al cuore o al cervello. Se un paziente ha un’arteriopatia periferica, ha un rischio maggiore di sviluppare altre malattie cardiovascolari, come infarti e ictus”, ha detto Beckman.

“Il nostro studio suggerisce che la malattia microvascolare in qualsiasi parte del corpo, come gli occhi, i reni o i piedi, può essere collegata alla diminuzione della funzione dei vasi sanguigni in altre parti del corpo, mettendo i pazienti a rischio di potenziali amputazioni degli arti inferiori“.

Un’osservazione attenta

Sulla base dei risultati, Beckman suggerisce che i pazienti con malattia microvascolare richiedono un’osservazione attenta e la cura dei loro piedi per rilevare ferite o lesioni precoci, per promuovere la guarigione e ridurre le amputazioni. “I pazienti con malattia microvascolare e arteriopatia periferica hanno il più alto rischio di amputazione degli arti inferiori e hanno bisogno di terapie mediche massimali per ridurre il rischio”, ha detto Beckman.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 2 =