Cambiamenti climatici e gas serra: I tropici sono inaspettatamente un luogo dove si emette CO2

Secondo uno studio che ha utilizzato osservazioni satellitari, pubblicato nei giorni scorsi sulla rivista Nature Communications, le emissioni di anidride carbonica (CO2) dell’Africa settentrionale tropicale sono molto più grandi di quanto si pensasse. Questi risultati trasformano i tropici nel loro insieme in una fonte netta inaspettata di questo gas serra.

I gas serra e i tropici

Quando si pensa ai gas serra, si pensa solitamente alle grandi città industrializzate, ai grandi impianti di produzione industriale e al traffico veicolare. Il pensiero può andare anche al metano che si libera dal permafrost siberiano, ormai in via di scioglimento, ma difficilmente verrebbe da credere che luoghi considerati come paradisi naturali possano rappresentare delle importanti fonti di CO2.

Gli ecosistemi terrestri nei tropici immagazzinano vasti serbatoi di carbonio nelle piante e nel suolo. Il destino di questo carbonio, se rimarrà intrappolato nella biosfera o sarà rilasciato nell’atmosfera come CO2, è difficile da prevedere, in particolare a causa delle scarse misurazioni che vengono effettuate in questa regione.

le tendenze stagionali delle emissioni di CO2 nei tropici

Paul Palmer e colleghi hanno utilizzato le osservazioni di più satelliti per mappare le tendenze stagionali delle emissioni di CO2 nei tropici dal 2009 al 2017. Sebbene l’Asia tropicale, l’Australia e il Sud America siano pozzi che assorbono e immagazzinano CO2, l’Africa tropicale emette circa 1.250 miliardi di chilogrammi di carbonio all’anno, un livello molto più alto di quanto precedentemente stimato. Gli autori suggeriscono che il rilascio di CO2 dal suolo a causa del degrado duraturo del terreno potrebbe avere un ruolo sostanziale in questa osservazione.

Questi risultati evidenziano come le strategie di mitigazione dei cambiamenti climatici, come l’accordo di Parigi, dovranno essere ri-focalizzate dopo l’identificazione di aree precedentemente sconosciute con alte emissioni. Queste strategie si basano in gran parte sul continuo funzionamento dei dissipatori di CO2 naturali per raggiungere i loro obiettivi. Tuttavia, imprevisti picchi di questo gas serra, di origine tropicale, evidenziano come i cambiamenti indotti dall’uomo potrebbero ostacolare gli sforzi per raggiungere questi obiettivi.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 − quattro =