Home Macchine & Motori La tecnologia car-to-X di Mercedes: per scambiare le informazioni raccolte dai sensori...

La tecnologia car-to-X di Mercedes: per scambiare le informazioni raccolte dai sensori dell’auto

606
0

Nel prossimo inverno, in collaborazione con il distretto di Zollernalb, Mercedes-Benz verificherà come migliorare la sicurezza sulle strade invernali e l’efficienza dei servizi invernali comunali con la comunicazione car-to-X.

Car-to-X è il termine usato per descrivere la comunicazione tra i veicoli e l’infrastruttura di trasporto. Le autovetture Mercedes-Benz dotate della tecnologia car-to-X, i cui proprietari hanno attivato il servizio Live Traffic, forniranno i dati necessari per i test pilota. Una volta che i sensori ESP® o ABS di questi veicoli hanno riconosciuto le condizioni stradali scivolose, queste informazioni, inclusi i dati GPS, vengono inviate al back-end del veicolo Daimler in tempo reale, utilizzando la rete radio mobile.

adv

Queste informazioni anonime vengono visualizzate su mappe digitali nei due depositi di manutenzione stradale del distretto di Zollernalb in tempo reale. In futuro ciò consentirà di implementare il servizio invernale di mantenimento delle strade in modo più efficace, ottimizzando l’uso del sale antigelo.

Il test pilota

Il test pilota inizierà a gennaio 2020 e proseguirà fino alla fine dell’inverno. Il distretto di Zollernalb si trova nella regione amministrativa di Tubinga nel Baden-Württemberg e conta circa 190.000 abitanti, molti dei quali pendolari.

“Con le funzioni car-to-X possiamo migliorare la sicurezza in varie situazioni di guida”, afferma Michael Hafner, responsabile tecnologie di guida e guida automatizzata presso Daimler AG. “Questo perché grazie alla perfetta integrazione del sistema car-to-X nei sistemi del veicolo, le autovetture possono rilevare automaticamente diversi pericoli. come strade scivolose”. La tecnologia Car-to-X estende in modo significativo la copertura dei sensori di bordo come radar o sistemi di telecamere, in aggiunta ai sensori di altri veicoli. Ciò consente a un veicolo di guardare dietro l’angolo, per così dire. Oltre a migliorare la sicurezza del traffico, la tecnologia del progetto pilota potrebbe anche contribuire alla protezione ambientale, poiché viene utilizzata una quantità minore di sale antigelo grazie a un’applicazione mirata.

Trasmettere e ricevere avvisi di pericolo

Mercedes-Benz ha già introdotto la rete mobile nel 2013, stabilendo una tecnologia che consente di trasmettere e ricevere avvisi di pericolo. La comunicazione Car-to-X è stata installata di serie in combinazione con i sistemi di navigazione dal 2016, prima nella Classe E e successivamente in tutti i veicoli Mercedes-Benz, ed è disponibile dopo l’attivazione da parte dell’utente. Per utilizzare il servizio “Car-to-X”, il cliente deve anche avere un account Mercedes me connect. Solo allora i dati vengono registrati nel veicolo e i dati car-to-X relativi al veicolo vengono inviati al back-end in cui sono resi anonimi.

Il distretto di Zollernalb

Il distretto di Zollernalb è impegnativo in termini sia di topografia che di clima: la regione ha le colline più alte della catena del Giura Svevo. Nel 2018 sono stati registrati non meno di 82 giorni gelidi e 13 giorni ghiacciati. Con i suoi due depositi di manutenzione stradale a Balingen e Albstadt-Lautlingen, il distretto è responsabile di circa 150 chilometri di autostrade federali, 210 chilometri di strade di campagna e 270 chilometri di strade distrettuali.

Migliorare la sicurezza sulle strade

L’amministratore distrettuale Günther-Martin Pauli è lieto della collaborazione tra il suo distretto e Mercedes-Benz in questo progetto innovativo. “Stiamo perseguendo insieme lo stesso chiaro obiettivo di migliorare la sicurezza sulle nostre strade con una nuova tecnologia digitale. Questa cooperazione si adatta perfettamente alla nostra strategia di svolgere il nostro lavoro ancora meglio con strumenti digitali. Questo è nell’interesse di tutti coloro che vivono e lavorare nel distretto di Zollernalb”.

Il distretto di Zollernalb è un pioniere della digitalizzazione municipale: il 1° ottobre dello scorso anno è stato il primo distretto nel Baden-Württemberg ad avere un ufficio di digitalizzazione dedicato. I dipendenti qui consolidano tutte le questioni relative alla digitalizzazione nel distretto e supportano l’implementazione tecnica e organizzativa di diversi progetti. Ciò include ad esempio l’espansione della rete a banda larga del distretto.

La tecnologia car-to-X

Mercedes-Benz è stata coinvolta in progetti di ricerca in questo campo per più di dieci anni: come una delle numerose attività, la società ha avviato un progetto di cooperazione a livello europeo nel giugno 2019. In collaborazione con HERE Technologies, Tom Tom e le autorità dei trasporti in sei Paesi europei, Daimler, BMW e Ford stanno testando come le informazioni su situazioni estremamente pericolose possano essere trasmesse utilizzando la tecnologia car-to-X. La fase di test dovrebbe durare dodici mesi, a partire dai Paesi Bassi.

 

 

Articolo precedenteUn’immagine di giovani stelle che crescono, alimentate da gas e polvere
Articolo successivoAggressività e agitazione nella demenza: meglio iniziare dai trattamenti non farmacologici
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui