Home Cardiologia Anche gli ottantenni devono continuare a camminare, almeno 10 minuti al giorno

Anche gli ottantenni devono continuare a camminare, almeno 10 minuti al giorno

201
0

Se si cammina per almeno un’ora alla settimana si ottiene una maggiore longevità nelle persone di età pari o superiore a 85 anni. Lo evidenzia una recente ricerca presentata nel corso del Congresso 2022 della Società europea di cardiologia.

Indipendentemente dall’età, si consiglia agli adulti di svolgere almeno 150 minuti a settimana di attività a intensità moderata o 75 minuti a settimana di attività a intensità vigorosa, o una combinazione equivalente. Tuttavia, negli adulti, il tempo sedentario tende ad aumentare con l’età, mentre la quantità di attività fisica praticata diminuisce inesorabilmente.

adv

“Gli adulti hanno meno probabilità di soddisfare le raccomandazioni sulle attività man mano che invecchiano”, ha affermato l’autore dello studio, il dott. Moo-Nyun Jin dell’ospedale Sanggye Paik dell’Università di Inje, di Seoul, nella Repubblica di Corea. “Il nostro studio suggerisce che camminare almeno un’ora alla settimana è benefico per le persone di età pari o superiore a 85 anni. In parole povere, cammina per dieci minuti ogni giorno”.

L’associazione tra la deambulazione e il rischio di mortalità

Questo studio ha esaminato l’associazione tra la deambulazione e il rischio di mortalità per tutte le cause e per cause cardiovascolari tra gli adulti di età pari o superiore a 85 anni. I ricercatori hanno utilizzato le informazioni del database Senior del servizio di assicurazione sanitaria nazionale coreano (NHIS).

Lo studio ha incluso 7.047 adulti di età pari o superiore a 85 anni che sono stati sottoposti al programma di screening sanitario nazionale coreano dal 2009 al 2014. I partecipanti hanno completato un questionario sull’attività fisica nel tempo libero dove andava indicata la durata del tempo trascorso ogni settimana camminando a passo lento, l’attività a intensità moderata, come andare in bicicletta e camminare a passo svelto, e l’attività di intensità vigorosa, come la corsa.

L’età media dei partecipanti era di 87 anni e 4.813 (68,3%) erano donne. I partecipanti sono stati classificati in cinque gruppi in base al tempo trascorso a camminare a passo lento alla settimana.

Circa 4.051 (57,5%) partecipanti non hanno camminato lentamente, 597 (8,5%) hanno camminato meno di un’ora, 849 (12,0%) hanno camminato da una a due ore, 610 (8,7%) hanno camminato da due a tre ore e 940 (13,3%) ha camminato più di tre ore a settimana.

Un rischio di mortalità inferiore del 40%

Nell’intera popolazione dello studio di 7.047 adulti, 1.037 (14,7%) partecipanti hanno svolto attività fisica di intensità moderata e 773 (10,9%) hanno svolto attività fisica di intensità vigorosa. Solo 538 partecipanti (7,6%) hanno soddisfatto le raccomandazioni delle linee guida per l’attività fisica di intensità da moderata a vigorosa. Dei 2.996 partecipanti che camminavano a passo lento ogni settimana, 999 (33%) svolgevano anche attività fisica di intensità moderata o vigorosa.

I ricercatori hanno analizzato le associazioni tra deambulazione, mortalità per tutte le cause e mortalità cardiovascolare dopo aver aggiustato l’energia spesa per attività fisica di intensità da moderata a vigorosa. Rispetto agli individui inattivi, coloro che camminavano almeno un’ora alla settimana (cioè le tre categorie di deambulazione più alte) avevano rispettivamente il 40% e il 39% di rischio relativo inferiore di mortalità per tutte le cause e cardiovascolare.

Continuare a camminare… per tutta la vita

Il dottor Jin ha affermato: “Il camminare era collegato a una minore probabilità di morire negli anziani, indipendentemente dal fatto che facessero o meno attività fisica di intensità da moderata a vigorosa. Identificare la quantità minima di esercizio che può avvantaggiare i più anziani è un obiettivo importante, poiché i livelli di attività raccomandati possono essere difficili da raggiungere. Il nostro studio indica che camminare anche solo un’ora alla settimana è vantaggioso per le persone di età pari o superiore a 85 anni, rispetto all’essere completamente inattivi. Il messaggio da portare a casa è continuare a camminare per tutta la vita”.

Articolo precedenteLe nuove linee guida ESC 2022 per la diagnosi e il trattamento dell’ipertensione polmonare
Articolo successivoTerapie oncologiche: le novità dal congresso nazionale AIOM 2022
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui