Home Macchine & Motori Ducati Panigale V4: dalla pista alla strada

Ducati Panigale V4: dalla pista alla strada

639
0

La produzione della Ducati Panigale V4, iniziata lo scorso 15 novembre, è già a pieno regime. Sono circa 500 le moto consegnate ai concessionari europei prima della fine del 2017. Nelle prossime settimane la nuova supersportiva raggiungerà anche gli altri mercati del mondo nei quali Ducati è presente.

Jorge Lorenzo, in occasione della presentazione del Ducati Team 2018, si è mostrato molto interessato alla nuova sportiva di Borgo Panigale e, in attesa di provarla, ha visitato di persona la linea di produzione e approfondito con gli ingegneri di prodotto gli aspetti tecnici di questo gioiello.

adv

La Panigale V4 è la prima moto prodotta in serie dalla Casa bolognese ad essere equipaggiata con un motore 4 cilindri strettamente derivato dal Desmosedici della MotoGP. È un concentrato di tecnologia, stile e performance in puro stile Ducati. Una moto che con un rapporto potenza/peso di 1,1 CV/kg diventa il nuovo riferimento nel segmento delle supersportive di produzione. È stata sviluppata in stretta collaborazione con Ducati Corse ed è la moto stradale più vicina in assoluto ad una MotoGP.

Il prezzo, franco concessionario è di 22.590 €.

 

Per altre immagini, filmati e informazioni, visita il sito Ducati.

 

Articolo precedenteEndocardite infettiva: il rischio a volte sembra essere sottovalutato
Articolo successivoResistenza agli antibiotici. Spiraglio di luce da una nuova molecola di sintesi, ma di origine umana
franco.folino
Franco Folino è un medico chirurgo, specialista in cardiologia, e un giornalista. Ha iniziato a lavorare come cronista alla fine degli anni settanta, scrivendo articoli per diverse riviste italiane di sport motoristici, e in seguito anche in media televisivi privati, estendendo il suo interesse in altri campi dell’informazione. Ha pubblicato differenti articoli scientifici ed editoriali su prestigiose riviste internazionali. Ha contribuito alla nascita di Newence, diventandone il direttore responsabile dal marzo del 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui