Home Aeronautica Aeronautica: Il rifornimento in volo diventa automatico

Aeronautica: Il rifornimento in volo diventa automatico

478
0
Il profilo del velivolo ricevente, identificato dal sistema di connessione automatica.

Airbus Defence and Space ha confermato il suo precedente successo nel rifornire in modo automatico un aereo da combattimento Air-to-Air, ripetendo la stessa operazione con un grande aereo ricevitore.

In un’operazione congiunta con la Royal Australian Air Force (RAAF), che sta collaborando con Airbus nello sviluppo di questa tecnologia pioneristica, la nave cisterna di sviluppo A310 di Airbus ha effettuato sette contatti automatici con un trasporto cisterna multigas RAAF KC-30A, anch’esso realizzato da Airbus.

adv

Il sistema non richiede apparecchiature aggiuntive sul ricevitore e ha lo scopo di ridurre il carico di lavoro dell’operatore del braccio di rifornimento, migliorare la sicurezza e ottimizzare il tasso di rifornimento aria-aria (AAR) in condizioni operative, per massimizzare la superiorità aerea. Airbus ha iniziato i lavori per l’introduzione del sistema sull’attuale trasporto A330 Multi Role Tanker Transport (A330 MRTT).

Durante l’avvicinamento iniziale del ricevitore, il controllo del braccio viene eseguito dall’operatore di rifornimento di carburante della petroliera, (ARO) come di consueto. Tecniche passive innovative come l’elaborazione delle immagini vengono quindi utilizzate per determinare la posizione del ricettacolo di rifornimento del ricevitore e, quando viene attivato il sistema automatizzato, un sistema di controllo vola e mantiene il braccio allineato con la presa del ricevitore. Il raggio telescopico all’interno del braccio può essere controllato in vari modi, tra cui: manualmente da ARO, in una modalità di mantenimento della distanza relativa o in modalità completamente automatica per eseguire il contatto.

Nel volo del 20 giugno al largo della costa meridionale spagnola, la petroliera A310 ha eseguito i sette contatti programmati per un periodo di prova di due ore.

David Piatti, che ha svolto nuovamente il ruolo di Airbus Test ARO, o “boom”, sull’A310, ha dichiarato: “È stato estremamente impressionante vedere quanto accuratamente il sistema A3R segua il ricevitore. Può essere molto utile essere in grado di rifornire un’altra nave cisterna o trasporto, ad esempio per estendere il raggio d’azione o evitare di riportare il carburante alla base, ma è anche un’operazione impegnativa e questo sistema ha il potenziale per ridurre il carico di lavoro e il rischio coinvolti.”

Lo studio è stato condotto in collaborazione con Test Pilots e Flight Test Engineers della RAAF’s Aircraft Research and Development Unit (ARDU).

Il capo dello squadrone Lawry Benier, direttore esecutivo di ARDU, ha detto che la RAAF sta aiutando l’Airbus Defense & Space sullo sviluppo di A3R e altre tecnologie per aumentare l’utilità del KC-30A all’interno di uno spazio di battaglia.

“È molto incoraggiante venire in Spagna e vedere i progressi che sono stati fatti con l’A3R, ed essere in grado di testimoniare in prima persona il rifornimento di carburante del nostro KC-30A”, ha detto il capo dello squadrone Benier.

“Il rifornimento di grandi ricevitori è un ruolo che la RAAF ha condotto estensivamente su operazioni ed esercitazioni, permettendoci di estendere la portata e la reattività della nostra flotta di mobilità aerea, oltre a mantenere a lungo in volo gli aerei di sorveglianza”.

 

Guarda il video che illustra il funzionamento del nuovo sistema di controllo per il rifornimento in volo.

 

Articolo precedenteMolto bassa l’incidenza di endocardite infettiva, anche nei pazienti ritenuti ad alto rischio
Articolo successivoLa prima missione europea su Mercurio
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui