Vaccini per gli adulti: negli USA cambiano alcune raccomandazioni

Il Comitato consultivo statunitense sulle pratiche di immunizzazione (Advisory Committee on Immunization Practices – ACIP) ha pubblicato il suo programma raccomandato di immunizzazione per gli adulti per il 2020 con modifiche alla somministrazione del vaccino contro influenza, papillomavirus umano (HPV), epatite A, epatite B, meningococco B e dei vaccini coniugati pneumococcici. La pianificazione, che può essere complessa e difficile da implementare, presenta contenuti, formato e grafica rivisti per renderla più facile da seguire.

Il programma completo, inclusi i cambiamenti nella sezione relativa alle note sui vaccini, è stato pubblicato contemporaneamente sulla rivista Annals of Internal Medicine e sul sito web del Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

Il programma di vaccinazione per adulti AICP-CDC: le novità

Il programma è semplificato per rendere facile accedere ai riferimenti. I medici devono prestare particolare attenzione ai dettagli presenti nella sezione relativa alle note sul vaccino, poiché chiariscono chi ha bisogno di quale vaccino, quando e a quale dose.

Oltre ai cambiamenti nella somministrazione di alcuni vaccini, il programma 2020 include nuove istruzioni per il processo decisionale clinico condiviso per diversi vaccini.

Innanzitutto, il vaccino contro il papillomavirus umano è raccomandato per alcuni pazienti di età compresa tra 27 e 45 anni che non sono stati adeguatamente vaccinati. I medici dovrebbero considerare una discussione sui rischi e i benefici della vaccinazione contro questo virus con coloro che hanno maggiori probabilità di trarne beneficio, sulla base di un elenco dettagliato di considerazioni.

Il vaccino pneumococcico

In secondo luogo, il vaccino pneumococcico coniugato 13-valente (PCV13) deve essere preso in considerazione per gli adulti di età pari o superiore a 65 anni che non presentano una compromissione del sistema immunitario, perdita di liquido cerebrospinale o impianto cocleare e che non hanno precedentemente ricevuto questo tipo di vaccino.

In terzo luogo, i medici dovrebbero prendere in considerazione la possibilità di parlare del vaccino contro la meningite B con adolescenti e giovani di età compresa tra 16 e 23 anni che non presentano un rischio maggiore di malattia da meningococco.

L’Advisory Committee on Immunization Practices

L’ACIP è composto da 15 membri con diritto di voto, membri d’ufficio che rappresentano altre agenzie federali e rappresentanti senza diritto di voto di organizzazioni di collegamento, incluso l’American College of Physicians, che offrono competenze relative all’immunizzazione.

Ogni anno, ACIP rivede il programma di immunizzazione per gli adulti raccomandato dal CDC, per assicurarsi che rifletta le attuali raccomandazioni cliniche per i vaccini autorizzati. Le raccomandazioni hanno lo scopo di guidare i medici e gli altri clinici sui vaccini appropriati per i loro pazienti adulti.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × cinque =