Home Macchine & Motori La nuova Audi A3 berlina: sempre più tecnologica

La nuova Audi A3 berlina: sempre più tecnologica

17
0

A cura di Guidare nel Mondo

 

Audi presenta la seconda generazione della A3 in versione berlina. Il modello compatto a quattro porte è dotato di una nuova trasmissione e sarà presente nei concessionari europei a partire dall’estate 2020.

Rispetto alla precedente edizione la vettura è ora più lunga di 4 centimetri, raggiungendo i 4,50 metri, ma il suo passo rimane invariato. La sua larghezza è aumentata di 2 centimetri a 1,82 metri e ora è 1 centimetro più alta a 1,43 metri. Ciò ha comportato un aumento dello spazio per la testa – ben 2 centimetri nella parte anteriore grazie alla posizione più bassa del sedile del conducente – e un po’ più di spazio per il gomito. Con 425 litri, la capacità del bagaglio è esattamente la stessa del modello precedente.

Audi A3 berlina: il design

La parte anteriore è dominata da un grande telaio singolo con griglia a nido d’ape che è fiancheggiata dai fari. All’esterno, formano angoli trapezoidali che sono disegnati verso il basso. Nel modello di punta con tecnologia Matrix LED, qui sono alloggiate le nuove luci di marcia diurna digitali. Sono costituite da un array di pixel composto da 15 segmenti LED che possono essere azionati singolarmente e conferiscono alle varie versioni della A3 una firma specifica.

La linea del tetto degrada in modo dinamico dal montante centrale – proprio come su una coupé – e termina in uno spoiler sul portellone.

L’aerodinamica beneficia di un’estremità posteriore rialzata rispetto al modello precedente e al grande diffusore. Di conseguenza, la nuova Berlina A3 con 2.0 TDI 110 kW (150 CV) raggiunge un valore Cd di 0,25 ed è quindi migliore di 0,04 Cd punti rispetto alla prima generazione.

Anche l’ingresso dell’aria di raffreddamento, controllabile con due moduli di feritoie azionati elettricamente dietro il Singleframe, contribuisce a questo miglioramento.

Inoltre, il sottoscocca rivestito di pannelli, gli specchietti retrovisori esterni con aerodinamica migliorata e il raffreddamento attivo del freno riducono la resistenza dell’aria e rendono il veicolo più aerodinamico.

Audi A3 berlina: gli interni

L’interno della vettura è focalizzato sul guidatore. Il cruscotto con il display touch MMI centrale è leggermente inclinato verso il conducente. Ha una diagonale da 10,1 pollici ed è intuitivo da utilizzare. Come standard, include il rilevamento della scrittura a mano e il controllo del linguaggio, che può facoltativamente attingere alle capacità del cloud. Il quadro strumenti da 10,25 pollici dietro il volante è digitale anche nel modello base. Come Audi virtual cockpit plus, misura 12,3 pollici e offre tre diverse visualizzazioni, tra cui una grafica sportiva con cifre inclinate e un layout particolarmente dinamico. Giri e velocità sono mostrati qui come diagrammi a barre con elementi grafici rossi angolari. Su richiesta, un display head-up completa il concetto di display, in base al quale proietta informazioni importanti sul parabrezza nel campo visivo diretto del conducente.

Audi A3 berlina: superconnessa

L’MMI Navigation plus, che utilizza la piattaforma modulare di infotainment di terza generazione (MIB 3) vanta una potenza di calcolo dieci volte superiore a quella del modello precedente, collega l’auto tramite la velocità LTE Advanced e collega gli smartphone dei passeggeri a Internet tramite hotspot Wi-Fi. MMI Navigation plus offre una moltitudine di servizi Audi connect di serie, tra cui informazioni sul traffico online, notizie e informazioni aggiuntive come foto, orari di apertura e recensioni degli utenti relative ai punti di interesse.

Anche i servizi Car-to-X che fanno uso dell’intelligenza dello sciame della flotta Audi fanno parte del portafoglio. Segnalano aree pericolose o limiti di velocità, ad esempio, ai veicoli con l’attrezzatura corrispondente o trovano spazi di parcheggio gratuiti. Se l’auto è spenta, l’app myAudi continua la navigazione dall’auto su uno smartphone.

La vettura è collegata allo smartphone anche tramite l’interfaccia smartphone Audi, che integra telefoni cellulari iOS e Android con Apple Car Play e Android Auto nell’MMI, nonché tramite la cabina telefonica Audi. Quest’ultima collega il dispositivo all’antenna dell’auto e può caricarlo induttivamente. Inoltre, la Berlina A3 può essere bloccata e sbloccata e avviata tramite uno smartphone Android con la chiave Audi connect. La personalizzazione consente a un massimo di sei utenti di memorizzare le impostazioni preferite in singoli profili, inclusi quelli per il sedile, il climatizzatore e i media.

La radio digitale DAB + è di serie. Le opzioni includono la radio online e la radio ibrida, che commuta automaticamente tra FM, DAB e lo streaming online in base alla potenza del segnale di una stazione, garantendo così una ricezione ottimale. A partire dalla metà dell’anno, l’assistente vocale Amazon Alexa completerà l’offerta.

Per altri articoli sul mondo dei motori e scoprire itinerari di viaggio, da percorrere in auto, sulle strade del mondo, visita il sito

Articolo precedenteIpotiroidismo subclinico: il trattamento con levotiroxina non migliora i sintomi
Articolo successivoUn anticorpo monoclonale in grado di neutralizzare il coronavirus
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

19 + 12 =