Isolato dai resti di un mammut il DNA più antico mai trovato

Un recente articolo, pubblicato sulla rivista Nature, riporta il ritrovamento di un antico DNA, che sembra avere più di un milione di anni, recuperato da due esemplari di mammut. Ad oggi, il DNA sequenziato più antico risaliva a un periodo compreso tra 780.000 e 560.000 anni fa.

Un DNA vecchio 1,65 milioni di anni

Il DNA antico ha migliorato la nostra comprensione delle popolazioni preistoriche. Tuttavia, alcuni processi evolutivi, come la speciazione, ovvero la formazione di specie nuove e distinte, spesso si verificano in periodi di tempo che si ritiene siano oltre i limiti della ricerca sul DNA. Tuttavia, i modelli teorici suggeriscono che il DNA potrebbe essere in grado di sopravvivere per i tempi richiesti.

Love Dalén e colleghi riportano il recupero del DNA dai molari di tre esemplari di mammut dalle sottoepoche del Pleistocene inferiore e medio, dalla Siberia nord-orientale. Sulla base dell’età dei depositi da cui sono stati raccolti i denti, due dei campioni, designati Krestovka e Adycha, hanno più di un milione di anni. Le stime dell’età basate sul DNA ottenute utilizzando i dati del genoma mitocondriale suggeriscono che Krestovka ha circa 1,65 milioni di anni, Adycha ha circa 1,34 milioni di anni e il campione finale, Chukochya, ha 0,87 milioni di anni.

I mammut nella Siberia orientale durante il Pleistocene inferiore

I dati genomici di questi campioni suggeriscono che c’erano due lignaggi di mammut nella Siberia orientale durante il Pleistocene inferiore. Adycha e Chukochya provengono dalla linea che ha dato origine al mammut lanoso, mentre il mammut Krestovka rappresenta un lignaggio precedentemente non riconosciuto. Gli autori stimano che il genoma di Krestovka divergesse da quello di altri mammut intorno a 2,66-1,78 milioni di anni fa e che questo lignaggio fosse ancestrale ai primi mammut a colonizzare il Nord America.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 3 =